SVN logo

Jeanneau Yacht 60, le prime foto, del modello di Philippe Briand

Con lo Jeanneau Yacht 60 di Philippe Briand, l’omonimo cantiere francese cerca di uscire dal già visto e affermare un nuovo stile

Abbonamenti SVN
ADV
Cannes (Francia) - Il cantiere Jeanneau ha pubblicato le prime immagini del nuovo Jeanneau Yachts 60, il nuovo progetto firmato da Philippe Briand, per linee d’acqua e concept, e Andrew Winch per gli interni.

Il cantiere francese punta molto su questo 60 piedi, che vuole essere una barca di serie con un alto livello di personalizzazione.

Il look estetico è caratterizzato da una prua rovescia, accessoriata con una solida delfiniera integrata, mentre non può passare inosservato, e farà piacere ai puristi della crociera, il bordo libero alto che garantisce grandi volumetrie interne.

La poppa, caratterizzata da un leggero spigolo, è dotata di un garage per un tender di 3 metri e di una comoda spiaggetta apribile che si posiziona a pochi centimetri dall’acqua per una agevole discesa in mare.

Per quanto riguarda le varie opzioni di personalizzazione, la barca può essere dotata di hardtop, sul quale viene rinviata la randa, o senza per una versione più sportiva, e in questo caso il punto di scotta della randa lavora sulla tuga. Molte anche le opzioni di personalizzazione all’interno, con il vano all’estrema prua che può fare da classico cala vele, da cabina per lo skipper o diventare una vera e propria sesta cabina di bordo.

Molte le variazioni sul tema da scegliere anche per la cabina armatoriale di prua, o per quelle del salone, che con varie opzioni di letto e di divisione degli spazi fanno di questa barca qualcosa di differente dalla semplice barca di serie.

Ed è stato proprio questo l’obiettivo di Jeanneau e di Briand: fare qualche cosa che si avvicini più a uno yacht che a una tradizionale barca di serie.

Da un punto di vista velico il Jeanneau Yachts 60 resta un cruiser puro a tutti gli effetti senza alcuna estremizzazione e con un concetto di easy sailing abbastanza avanzato.

Scegliendo l’opzione della chiglia più profonda ed eliminando l’hard top, si può orientare la barca verso una configurazione più sportiva, al contrario, utilizzando l’hard-top e abbondando con i winch elettrici si crea una barca da crociera pura che richiede pochi sforzi per essere condotta.

La barca doveva essere presentata ufficialmente al pubblico al Boot di Dusseldorf che non si è svolto, l’appuntamento è quindi ai prossimi appuntamenti fieristici e lo vedremo in autunno anche al Salone di Genova.

Lunghezza overall 18,28 m
Baglio max. 5,20 m
Pescaggio (chiglia lunga/corta) 2,55/2,10 m
Cabine 3-4-5-6
Progetto Philippe Briand
Interni Andrew Winch
Capacità carburante 318 l
Capacità acqua 380 l


© Riproduzione riservata