SVN logo

L’Isola Ecologica Marina di Viareggio, per ridurre la plastica in mare

L’Isola Ecologia Marina sta coinvolgendo i pescatori della flotta viareggina nella raccolta dei rifiuti per ridurre la presenza di plastica in mare

Abbonamenti SVN
ADV
La riduzione della plastica in mare, uno dei problemi drammatici del nostro tempo, passa dalle parole ai fatti. Un esempio concreto può essere considerato quello dell’Isola Ecologica Marina di Viareggio.

Si tratta di un progetto che si inserisce nell’ambito della Legge Salvamare promulgata dal Ministero dell’ambiente a inizio 2019, e finanziato dalla Regione Toscana.

L’Isola Ecologica è un progetto finalizzato alla raccolta e smaltimento di rifiuti antropici dai fondali marini, per mezzo di imbarcazioni adibite alla pesca professionale della marineria di Viareggio.

I pescatori da lungo tempo hanno il problema di come smaltire i rifiuti che raccolgono, a tonnellate, con le loro reti, adesso hanno un’occasione importante per farlo e i primi risultati sono molto positivi.

In poco più di un mese di monitoraggio, per un totale di 42 giornate di pesca, un singolo peschereccio ha riportato a terra circa 220 kg di rifiuti, composti nel 60% da plastica.

Con questi numeri sono possibili delle stime sul lungo periodo, con una previsione di circa 660 kg annui a peschereccio, per una flotta che ne conta circa 120, e una stima di circa 80 tonnellate l’anno.

Una soluzione virtuosa, per un enorme problema che affligge ormai da molto tempo il nostro mare, arrecando danni irreversibili all’ecosistema marino e ai suoi abitanti. Il coinvolgimento dei professionisti del mare, come i pescatori, è il primo passo verso azioni concrete ed efficaci.

© Riproduzione riservata