SVN logo
SVN solovelanet
sabato 28 novembre 2020

Mio marito è annegato cadendo dalla barca: non era vero

Lori Isenberg è stata arrestata con l’accusa di omicidio

Abbonamenti SVN
ADV
Lake Coeur d’Alene (USA) – Era il 13 febbraio del 2013 quando il 70enne Larry Isenberg cadde dalla sua piccola barca e scomparve nelle acque del Lago Coeur d’Alene, nello Stato dell’Idaho negli Stati Uniti.

A denunciarne l’accaduto fu la moglie Laurence che, al momento dell’incidente, si trovava a bordo con Larry.

La donna dichiarò alla polizia che il marito aveva l’influenza e che, nonostante avesse preso delle medicine, non aveva voluto rinunciare a portarla a vedere il tramonto sulla loro piccola barca a motore.

Il motore si era rotto e mentre Larry armeggiava per farlo ripartire cadde. Laurence, durante l’inchiesta, sostenne di avere fatto di tutto per cercare di trovarlo e salvarlo, ma che per lei fu impossibile perché l’uomo affondò quasi subito e lei non poté fare altro che chiamare la polizia.

Il corpo di Larry fu ritrovato dopo due settimane mentre galleggiava sul lago.

Ieri 5 marzo la svolta del caso, la polizia ha arrestato Laurence Isenberg per l’omicidio del marito. Sembrerebbe un omicidio pianificato attentamente in quanto l’autopsia ha riscontrato nel corpo di Larry un’alta concentrazione di Benadryl, farmaco utilizzato per lenire gli effetti delle allergie al polline e che preso in alte dosi induce una forte sonnolenza.

La donna si è dichiarata innocente. Secondo le accuse la donna non avrebbe agito da sola e la polizia sta raccogliendo prove per dimostrare che la figlia era in accordo con Laurence o, quantomeno, a conoscenza del piano omicida.