SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 26 novembre 2020

Un italiano a capo del Para World Sailing

La federazione internazionale ha scelto Massimo Dighe per rilanciare la vela paralimpica

Abbonamenti SVN
ADV
World Sailing ha nominato l’atleta paralimpico Massimo Dighe responsabile delle Para World Sailing. Sua sarà la responsabilità di riportare la vela alle Paralimpiadi dal 2024.

Per la prima volta la federazione della vela internazionale ha nominato un italiano a capo del Para World Sailing Manager.

Dighi è stato velista paralimpico sulla Classe Sonar, in equipaggio con Antonio Squizzato (oggi sul 2.4mR) e Paola Protopapa, a Londra 2012. Olimpiadi che hanno concluso al 12° posto.

Dighi lavorerà a Southampton, in Inghilterra, negli uffici di World Sailing a partire da luglio prossimo, e sarà il responsabile della promozione e dello sviluppo del mondo paralimpico della vela, che oggi è riunito sotto la nuova denominazione di Para World Sailing.

Dopo l’inattesa esclusione della vela paralimpica dalle Olimpiadi di Tokio che si terranno nel 2020, il suo compito sarà quello di riportare la vela a gareggiare nelle Paralimpiadi del 2024 per le quali ancora non si è scelta la location e per le quali Roma è candidata.