SVN logo

Il problema della randa in carbonio

Perché la randa in carbonio è poco adatta alle barche da crociera? Questa la domanda del sondaggio della settimana scorsa nella nostra Community YouTube

Abbonamenti SVN
ADV
Il sondaggio settimanale di SVN solovelanet nella community del nostro canale YouTube si fa sempre più tecnico e i lettori dimostrano sempre più la loro competenza.

Dopo avervi chiesto cosa è un barber, a cui l’84 ha risposto correttamente, nel sondaggio appena concluso vi abbiamo chiesto:

Qual è il problema delle rande in carbonio per una barca da crociera a equipaggio ridotto?
E alle risposte disponibili, che riportiamo qui sotto, il 66% ha risposto correttamente.

- E' molto più difficile da regolare 9%
- Non si fanno rande in carbonio per barche da crociera 25%
- La vela in carbonio è rigida e difficile d'ammainare 66%

La maggioranza vince, le rande in carbonio sono effettivamente molto rigide e ammainarle non è assolutamente semplice. Il tessuto in carbonio non scende piegandosi nel lazy bag e qualcuno deve aiutare la vela a scendere faticando non poco, il che non è l’ideale su di una barca da crociera con equipaggio ridotto.

La risposta giusta è stata colta dal 66% dei lettori che hanno risposto, una percentuale molto alta, anche se più bassa di quanto accaduto su altri sondaggi, il che è dovuto probabilmente dal fatto che la domanda è molto tecnica. Solo chi ha sperimentato l’uso della randa in carbonio è a conoscenza del problema o chi ha letto qualche articolo in particolare. A indicare la risposta giusta sono quindi in linea di massima i regatanti che hanno fatto competizioni su barche dotate di questo tipo di vele.

Intanto i nostri sondaggi continuano e la domanda di questa settimana è
Perché le barche da crociera non hanno le sartie in tessile di Dynema?
- Sono troppo difficile da realizzare
- Durano molto di meno delle sartie in acciaio
- Il Dynema si usa solo sui racer per le drizze



© Riproduzione riservata

SailItalia
ADV