SVN logo

Un miglio a nuoto e 2 chilometri di corsa per chiedere aiuto

Corre per chiedere aiuto, ma non riesce a salvare il padre

Abbonamenti SVN
ADV
Mahia, Nuova Zelanda - Quando la barca sulla quale era a bordo con il padre e il fratello a circa un miglio dalla costa del Mahia in Nuova Zelanda, ieri pomeriggio, si è capovolta, una ragazza di tredici anni non ci ha pensato due volte a nuotare per un miglio in un mare dove l’incontro con gli squali non è cosa rara e poi correre sulle rocce per 2 chilometri sino alla prima casa abitata per chiedere soccorso.

Quando lei e suo fratello sono riusciti a girare la barca e risalire a bordo, il padre, 60enne aveva perso conoscenza. A bordo non c’erano né radio, né razzi, così mentre il fratello 20enne tentava una rianimazione, la ragazza si è rigettata in acqua e ha nuotato sino a terra.

I soccorsi sono partiti immediatamente, motovedette, un elicottero e un mezzo anfibio hanno risposto alla chiamata giunta dalla piccola casa isolata sulla costa del Mahia.

Ad arrivare per primo è stato il mezzo anfibio che dopo aver corso sul terreno roccioso è entrato in acqua a poche centinaia di metri dalla barca, ma purtroppo quando l’equipaggio SAR è riuscito a portare a terra l’uomo, per lui non c’era più nulla da fare.