SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 26 novembre 2020

Edizione di successo; gli ultimi risultati

Registrato un aumento di barche partecipanti pari al 10 per cento. Premiati gli atleti impegnati sulle derive. La sfida delle accademie navali è andata alla Turchia

Abbonamenti SVN
ADV
Livorno – Si è chiusa ieri la ventottesima edizione del Tan, il trofeo organizzato dall'Accademia navale di Livorno, divenuto ormai un appuntamento fisso del calendario regate italiano. E' stata senza dubbio un'edizione di successo, con un incremento di barche partecipanti del 10 per cento rispetto alla passata edizione, e la partecipazione di importanti nomi della vela italiana come Paolo Cian, Gabriele Bruni e Andrea Trani.
Dopo che mercoledì si sono concluse le regate d'altura, ieri è arrivato il verdetto relativamente alle altre classi in gioco. Tra i J-24, primo posto per la brasiliana Bruschetta di Mauricio Santa Cruz, in grado di vincere cinque prove sulle sette disputate. In clase 470 successo per Tommaso Tudisco e Giacomo Provinciali, mentre Stefano Costini e Luca Albergo si sono imposti tra gli Rs-Feva. Virginia Mazza e Luca Valentino hanno trionfato in classe Optimist, rispettivamente per le categorie cadetti e juniores. Tra le vele storiche, Kiwapa, uno scafo datato 1938, è stato il più veloce, mentre Margaret, classe 1925, è stato votato come la barca di maggior interesse. Nella sfida tra le accademie navali, invece, ad imporsi è stata la Turchia, davanti a Slovenia ed Emirati Arabi Uniti.