SVN logo

Anche Bill Koch sta con BMW Oracle Racing

L’imprenditore statunitense, famoso per aver difeso l’America’s Cup nel 1992 dall’assalto del Moro di Venezia, ha depositato davanti ai giudici della Corte d’Appello dello Stato di New York un nuovo Amicus Curiae

Torqeedo
ADV
New York - Dopo il New York Yacht Club e il San Diego Yacht Club, a sposare le tesi di BMW Oracle Racing nella causa promossa contro Alinghi, è Bill Koch. L’imprenditore statunitense, famoso per aver difeso l’America’s Cup nel 1992 dall’assalto del Moro di Venezia, ha depositato davanti ai giudici della Corte d’Appello dello Stato di New York un nuovo Amicus Curiae. Al pari del NYYC e del SDYC, i legali dell’ex timoniere di America 3 chiedono la revoca del titolo di Challenger of Record al Club Nautico Espanol de Vela.


© Riproduzione riservata