SVN logo

Catamarano disperso in mare: le famiglie lanciano un appello

Un Leopard 44 è disperso, le famiglie lanciano una campagna di ricerca internazionale via internet

Abbonamenti SVN
ADV
Cape Town, Sudafrica – Le famiglie dei tre uomini dispersi in mare dal 12 febbraio scorso su di un Leopard 44, lanciano un appello affinché il maggior numero di persone possibili nel mondo possa dedicare un po’ del suo tempo alla ricerca del catamarano Sunsail RC044-978 usando il sistema Tomnod.

Tomnod è un sistema aperto a tutti facile da usare e molto efficace. In pratica permette di scandagliare le immagini satellitari dell’intero globo in modo sistematico e si usa da casa propria sul proprio computer.

Il Sunsail RC044-978, un catamarano Leopard 44 della nota società di charter Sunsail, doveva essere portato da Cape Town alla base della Sunsail di Phuket, in Thailandia.

Il trasferimento è stato effettuato da un equipaggio di tre uomini, di cui due molto esperti, Anthony Murray, skipper di 58 anni, Reg Robertson di 59 anni e Jaryd Payne di 20 anni.

La barca era attesa a Phuket per 12 febbraio scorso. Quando la barca non è arrivata è stato lanciato l’allarme e sono iniziate le ricerche, ma l’ultima comunicazione con la barca era avvenuta molti giorni prima e il tratto di mare compreso tra l’ultima posizione conosciuta e Phuket è molto vasto.

L’Australian Maritime Safety Authority ha lanciato un allarme a tutte le navi in navigazione nel tratto di mare interessato, allarme che rimarrà in vigore sino a fine marzo. Dalla barca non è mai partito nessun segnale di allarme nonostante a bordo ci fosse un Epirb. Se la barca fosse affondata l’Epirb si sarebbe attivato automaticamente lanciando almeno un paio di segnali.

L’imbarcazione ha a bordo provviste e acqua per 65 giorni di navigazione.

© Riproduzione riservata

SailItalia
ADV