sabato 20 agosto 2022
  breaking news

Il nuovo Class 40 di Ambrogio Beccaria

Con gli sponsor Pirelli e Mapei lo skipper milanese Ambrogio Beccaria lancia una nuova campagna oceanica

Il nuovo Class 40 di Ambrogio Beccaria
Il nuovo Class 40 di Ambrogio Beccaria

Il navigatore Ambrogio Beccaria, vincitore della Mini Transat 2019, si lancia in un nuovo progetto sportivo. A Milano presso il Pirelli Hangar Bicocca è stato presentato il suo nuovo Class 40, che si chiamerà Alla Grande ed è stato progettato dal giovane progettista emergente Gianluca Guelfi.

A supportare la sfida di Beccaria, che come primo obiettivo ha la partecipazione alla Route du Rhum che partirà il 6 novembre, ci sarà il main sponsor Pirelli e il Global sponsor Mapei. La barca è in costruzione presso la Sangiorgio Marine di Genova e verrà varata in estate.

“Quando sono partito per recuperare il relitto che poi è diventato la mia prima barca - racconta Beccaria - tutti mi davano del pazzo. Quando mi chiedevano come procedevano i lavori di cantiere io rispondevo sempre ‘alla grande!’. E così avevo chiamato la mia prima barca. Quando ho fatto la seconda volta la Mini-Transat ero sicuro di poter vincere: tutti mi davano di nuovo del pazzo. Oggi realizzo il mio sogno. Lo realizzo insieme Pirelli, che è main e lead sponsor, ma soprattutto è l’azienda che ha reso possibile questo mio sogno e con la quale condivido la stessa passione per le sfide, la tecnologia e l’innovazione. E anche grazie a Mapei, global sponsor, e a tutti gli altri partner che sostengono Alla Grande e ci aiutano a individuare soluzioni tecniche e sportive all’avanguardia. Costruire una barca italiana è un progetto ambizioso, ma sono certo che questa scelta ‘pazza’ andrà ancora una volta… alla grande!” ha spiegato lo skipper milanese.

Una sfida tutta italiana, che non ha come obiettivo sportivo solo la Route du Rhum 2022, ma anche The Race Around 2023, il giro del mondo in Class 40 al quale Beccaria ha intenzione di partecipare.

Per la vela italiana in Oceano nuova linfa vitale, portata da un velista che ha già dimostrato di avere le idee molto chiare.

IL CLASS 40

Si tratta di imbarcazioni che rispondono a una box rule, ovvero con un regolamento che prevede alcune misure massime entro le quali devono muoversi i progettisti: lunghezza (12,19 metri) larghezza (4, 50 metri), pescaggio (3 metri), lunghezza dell’albero (18 metri), peso minimo (4500 chilogrammi), superficie delle vele di bolina (115 metri quadrati) e Superficie vele di poppa (230 metri quadrati).

Lo stesso vale per i ballast che sono massimo 750 litri in totale per lato. Le barche devono essere in fibra di vetro, la randa e il fiocco devono avere una superficie massima di 115 metri quadri (la somma delle due).

I velisti italiani si sono sempre confrontati con questa classe, è rimasta storica la vittoria della Route du Café di Giovanni Soldini e Pietro D’Ali nel 2007 su un Class40 disegnato da Guillaume Verdier.

© Riproduzione riservata

Ventura Yachts Ventura Yachts Ventura Yachts
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti

CATEGORIE ARTICOLI