SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 25 novembre 2020

Cinque medaglie per l'Italia

Si è conclusa nel migliore dei modi la prima edizione dell'European Youth Sailing Games 2011, cinque le medaglie per l'talia

Abbonamenti SVN
ADV
Garda Trentino - Si è conclusa nel migliore dei modi la prima edizione degli European Youth Sailing Games di Riva del Garda. Gli atleti italiani conquistano ben cinque medaglie: due d'oro con Marta Maggetti (Techno 293 F) e Michele Benamati (Byte CII M), due d'argento con Cecilia Zorzi (Byte CII F) e Marco Benini (Byte CII M) e una di bronzo con Joyce Floridia (Byte CII F). Un bilancio molto positivo per il movimento giovanile che sta regalando tantissime soddisfazioni alla vela italiana.
Nell'ultimo giorno di regate il vento è arrivato abbastanza tardi rispetto il solito e si è mantenuto piuttosto leggero con oscillazioni dai 10 ai 14 nodi. In alcune classi come il doppio 29er e il Byte CII maschile (barca simile al Laser) si è assistito a confronti tiratissimi giocati fino all'ultimo bordo per la conquista dell'oro finale. Nelle tavole maschili e femminili invece dominio abbastanza netto dei primi due in classifica con l'importante vittoria finale di Marta Maggetti.

Techno 293 femminile: 17 partecipanti, 7 nazioni
Splendida vittoria di Marta Maggetti (CV Windsurfing Cagliari), che non si è fatta intimorire dalle fortissime sorelle inglesi Sills fresche di podio (oro e bronzo) ai Mondiali Techno 293 di S. Francisco. La Maggetti (1,1,2,1,2,1,2,(5) 2,1,1) ha condotto in testa fin dal primo giorno e ha vinto la manifestazione già dalla penultima regata. Non contenta ha vinto anche l'undicesima e ultima prova concludendo così prima con ben 17 punti di vantaggio sulla Campionessa del Mondo Techno 293 U17 Saskia Sills. "E' stato un ottimo allenamento in vista degli europei di classe che si svolgeranno a Cagliari il prossimo ottobre -ha commentato l'allenatore del Windsurfing Club Cagliari Mauro Covre- poi Marta passerà alla classe olimpica RS:X." Terzo posto finale per la russa Stefania Elfutina. Quinto posto per l'italiana Elena Vacca (CV Windsurfing Cagliari).

Techno 293 maschile: 27 partecipanti, 10 nazioni
Meritata vittoria del campione del mondo Martin, primo con 7 vittorie parziali, due secondi, un terzo e un quarto e ben 22 punti di vantaggio sul bielorusso Javadav. Bronzo per il russo Ayvazyan, che è riuscito a strappare il podio per un solo punto al britannico Adam Purcell. Podio sfuggito invece per l'italiano Michele Cittadini (CV Windsurfing Cagliari), ieri terzo e nell'ultima gara di ieri crollato dal punto di vista fisico (con il vento leggero era necessario pompare per tenere il ritmo dei primi). Con i due noni posti di oggi Cittadini termina il Campionato in sesta posizione.

Byte CII maschile: 7 partecipanti, 5 nazioni
Michele Benamati è stato in testa fin dal primo giorno, ma nelle ultime regate ha dovuto guardarsi bene dal compagno di circolo (Fraglia Vela Riva) Marco Benini, che non ha mollato e anzi ha piazzato una vittoria nella penultima regata (la prima di ieri) seguita da un terzo posto. Benamati (1,1,1,1,(3),3,2,3,3,3,4) ha comunque controllato ed è andato a vincere con un terzo e un quarto finali, concludendo primo con 4 punti di vantaggio su un bravissimo Benini (2,(6),6,2,1,1,3,4,2,1,3). Terzo posto e medaglia di bronzo per lo sloveno Zelko Zan Luka.

Byte CII femminile: 9 partecipanti, 6 nazioni
Dominio assoluto della danese Carlsen Behr che ha vinto con ben 10 vittorie parziali e un terzo. Nulla ha potuto Cecilia Zorzi della Fraglia Vela Riva ((4),3,2,2,3,2,3,2,1,3,2), comunque ottima seconda, seguita dalla compagna di circolo Joice Floridia ((6),2,3,4,4,3,2,4,2,5,3), rispettivamente argento e bronzo.

29er Open: 24 barche partecipanti (x2), 7 nazioni
Duello combattutissimo per le prime due posizioni in classifica nell'acrobatico 29er. Fino all'ultima prova perfetta parità tra i danesi Salskov-Iversen - Christfort Gormsen e i compagni di squadra e di circolo Stephensen Luebeck-Thusgaard, i primi protagonisti di un primo nella tredicesima prova contro il quinto dei connazionali. Quattordicesima ed ultima regata decisiva per la conquista dell'oro finale andato ai primi grazie ad una seconda vittoria di giornata che è stata sufficiente per staccare di 9 punti i connazionali Stephensen Luebeck-Thusgaard, decimi nell'ultima regata. Bronzo per gli spagnoli Llena-Mahiques. Gli italiani Nulli (AN Sebina) - Zubboli (ADV Alto Sebino), con un quarto e un quinto di giornata hanno guadagnato una posizione in classifica terminando in ottava posizione.

"In un periodo di ferie come quello di ferragosto -ha commentato a fine evento il Presidente della Fraglia Vela Riva Mauro Stanga- abbiamo avuto una bella risposta in termini di partecipazione a questa prima edizione del Campionato, che la Fraglia Vela Riva ha organizzato su richiesta dell'Eurosaf. Oltre 20 paesi presenti e un livello tecnico sicuramente molto buono, con diversi campioni del mondo giovanili delle varie classi. Successo della Fraglia Vela Riva non solo come circolo organizzatore, che ancora una volta ha portato a termine un evento con il numero massimo di prove previsto grazie al generoso vento del Garda Trentino e alla proficua gestione tecnica in acqua, ma anche come squadra agonistica dato che tutti e quattro i selezionati nella classe Byte maschile e femminile sono andati sul podio, con l'oro di Michele Benamati, l'argento di Marco Benini e Cecilia Zorzi e il bronzo di Joice Floridia."