SVN logo

Morti per aver sbagliato strada

Arrivano le prime spiegazioni del terribile incidente di sabato a Palinuro dove sono morti quattro sub

NSS
ADV
Palinuro – A dare le prime spiegazioni di quanto accaduto nella Grotta del Sangue nelle acque di Palinuro, sono i quattro sopravvissuti (4 e non 5 come da noi scritto ieri sulla base delle prime notizie di agenzia). Questi hanno spiegato che invece di seguire la via abituale per inoltrarsi nei cunicoli della grotta, il gruppo ha scelto una via alternativa, poco conosciuta e più pericolosa.

Il fango mosso dal passaggio dei sub ha reso nulla la visibilità e gli otto sub, perso l’orientamento, si non trovati incastrati in un cunicolo molto stretto. Gli ultimi quattro sono riusciti a girarsi e tornare indietro mettendosi in salvo, mentre Susy Cavaccini, Andrea Pedroni, Douglas Rizzo e Panaghiotis Telios, non sono riusciti a fare altrettanto e sono morti per annegamento dopo aver finito la riserva d’aria. Una morte atroce.

A Palinuro è un'intera comunità a interrogarsi, senza darsi risposte convincenti. "La Grotta del Sangue è una delle grotte più battute e meno pericolose. - spiega il sindaco di Centola-Palinuro Carmelo Stanziola - Fatalità, errore di sottovalutazione? Non lo sappiamo, certo è che questa sciagura ci ha sconvolti".


© Riproduzione riservata