SVN logo
SVN solovelanet
sabato 28 novembre 2020

Omicida vince ricorso al Tar per riavere la patente nautica

Aveva ucciso una donna che nuotava con le eliche della sua barca, fa ricorso al Tar per riavere la patente nautica e vince

Abbonamenti SVN
ADV
Genova - Due anni fa uccise con la sua barca correndo a18 nodi in una zona riservata alla balneazione, Vittoria Castellini, una donna di 49 anni madre di due figli che nuotava vicino al porto di Camogli.

Daniel Lagno, ormeggiatore camogliese di 47 anni, per quella morte era stato condannato a 2 anni per omicidio colposo con un patteggiamento con la Procura, che gli aveva inflitto la pena accessoria della sospensione della patente nautica per 6 mesi, torna in possesso della sua patente nautica dopo aver fatto ricorso al Tar.

La Capitaneria di Porto di Genova, in seguito alla richiesta di Lagno per riavere la sua patente, il 31 marzo scorso, aveva risposto che la patente gli sarebbe stata restituita a pena scontata. Il Lagno ha fatto quindi ricorso al Tar prospettando un modo diverso di contare il periodo in cui era stato privato della patente nautica.

Il Tar gli ha dato ragione e lui ha riottenuto al patente nautica.