SVN logo

Un migrante muore sul gommone, lo scafista lo getta agli squali

Il corpo di un migrante è stato dilaniato dagli squali che seguivano il gommone

Abbonamenti SVN
ADV
Pozzallo - E’ stato arrestato il presunto scafista che ha gettato in mare il corpo senza vita di uno dei migranti che trasportava su di un gommone. Il corpo dell’uomo caduto in mare è stato subito dilaniato dagli squali che seguivano l’imbarcazione.

L’uomo era morto sull’imbarcazione per aver inalato i fumi di benzina.

A denunciare il fatto gli altri migranti salvati dalla Capitaneria di Porto nella giornata di lunedi 13 aprile.

La testimonianza apre alla possibilità che un certo numero di migranti che durante i viaggi della speranza cadono in mare perché il gommone o la barca che li trasporta si rigira o affonda, siano uccisi dagli squali che seguono l’imbarcazione.

Gli squali sono usi a questo comportamento, è noto infatti che questi predatori seguono le navi passeggeri e mercantili per nutrirsi degli scarti gettati in mare. Inseguimenti del genere sono stati registrati anche da barche a vela.


© Riproduzione riservata