SVN logo

Salvataggio da film in Australia

Aerei e navi motovedette in mezzo al Pacifico per salvare Ey, in balia delle onde per 5 giorni e 5 notti

Abbonamenti SVN
ADV
Sidney - Glenn Ey, australiano di 44 anni, non è nuovo alle lunghe navigazioni in solitario. Nei primi giorni di ottobre era partito con la sua barca dall’Australia per raggiungere la Nuova Zelanda. La navigazione in Pacifico non aveva presentato grandi problemi, ma il 12 ottobre all’improvviso le cose sono cambiate, un’onda anomala ha colpito la barca di Glenn rovesciandola.

Nella capriola, la barca ha riportato molti danni tra i quali la rottura dell’albero in tre parti. Glenn, che è riuscito a lanciare il mayday con il suo epirb, è rimasto in balia delle onde, fino a quando una aereo di linea canadese, avvertito dalle autorità australiane, è riuscito ad individuarlo.

Il capitano del Boeing 777 della compagnia Air Canada, Andrew Robertson, che stava effettuando un volo di linea da Sydney a Vancouver, resosi conto di trovarsi nella zona dell’incidente che gli era stato appena segnalato, ha deciso di intervenire. I passeggeri con grande stupore hanno sentito il comandate fare un annuncio spiegando cosa stava accadendo: “Stiamo entrando nell’area di ricerca, scenderemo di quota per cercare di individuare il relitto, per favore aiutateci guardando fuori dal finestrino, se vedete qualcosa avvertiteci”.

Robertson ha quindi portato il Boeing 777 dagli 8.000 metri previsti dalla sua rotta a quota 1.524 metri sorvolando l’area del naufragio, sin tanto che l’equipaggio non ha individuato la barca e il naufrago a 270 miglia a largo di Sydney. Avvertite le autorità, una motovedetta ha raggiunto Glenn mettendolo finalmente in salvo.

Glenn Ey, in una delle prime interviste rilasciate una volta tornato a terra ha dichiarato: “E’ incredibile il rumore che può fare un’onda gigante quando ti arriva addosso, è come un esplosione. Quando mi ha colpito, tutto ha cominciato a ruotare, io ero all’interno della barca e tutto si è capovolto e ogni cosa è iniziata a volare da una parte all’altra, l’acqua ha cominciato a entrare nella barca e io ho pensato che per me era finita.”