SVN logo
SVN solovelanet
sabato 28 novembre 2020

La nave di Barbarnera continua a restituire tesori

La nave del pirata ha già restituito 280.000 oggetti e nei giorni scorsi anche 5 cannoni

Abbonamenti SVN
ADV
Saint Martin (Caraibi) – La nave del pirata britannico Edward Teach, meglio noto come Barbanera, operativo nel XVIII secolo, giace a pochi metri di profondità nel mar dei Caraibi. Dal 1996, anno del suo ritrovamento con una serie di campagne di recupero ha già restituito 280.000 oggetti.

In questi giorni, poi, gli uomini della società di recupero, hanno tirato su 5 cannoni di cui uno particolarmente grande e, probabilmente, come dice il direttore del recupero Billy Ray Morris, prodotto in Svezia.

Tanti oggetti, ma del tesoro di Barbanera sulla 'Queen Ann's Revenge', questo il nome della nave, non c’è traccia e probabilmente non si troverà nulla perché, a quanto pare, l’affondamento della nave fu causato dallo stesso Barbanera per trarre in inganno i suoi inseguitori.