SVN logo
SVN solovelanet
sabato 28 novembre 2020

Giancalo Pedote pensa alla Vandée Globe

Giancarlo Pedote il navigatore solitario arrivato secondo alla Minitransat 2013, sogna la Vendée Globe del 2016

Abbonamenti SVN
ADV
Follonica - Non ci voleva molta immaginazione per pensare che Giancarlo Pedote, prima o poi sarebbe atterrato alla Vendèe Globe. Il navigatore solitario, che a dicembre scorso ha conquistato il secondo posto della Minitransat con il suo mini a prua tonda, Prysmian, durante un incontro con un gruppo di fan al circolo velico di Follonica, ha dichiarato che sta pensando di partecipare alla Vendée Globe del 2016, la regata intorno al mondo senza scalo e senza assistenza.

Giancarlo ha iniziato la ricerca dello sponsor e spera di racimolare sufficienti fondi per acquistare e armare un’ IMOCA 60.

L’avventura, per lui italiano, non è facile. In Francia un bravo skipper ha ottime possibilità di trovare qualcuno che lo sponsorizzi per la Vendée Globe, o, ancora, può indire una raccolta fondi come ha fatto Bertrand De Broc che per partecipare alla scorsa edizione, ha fatto una colletta popolare scrivendoi nomi di chi aveva contribuito sullo scafo della sua barca, ma in Italia trovare sponsor disposti a investire sulla vela, non è facile.

A oggi solo 3 italiani sono riusciti a portare a termine la Vendée Globe, Alessandro di Benedetto, Pasquale de Gregorio e Simone Bianchetti, tutti e tre con barche non competitive. A differenza di questi tre eccellenti navigatori, Pedote, non sembra il personaggio che gareggia per partecipare, cosa che rende la ricerca di uno sponsor ancora più difficile, perché, alla Vendée Globe, se si vuole essere tra i primi, si deve avere una barca moderna e questo significa avere molti soldi.