SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 25 novembre 2020

Addio a Toni Bullimore, l'uomo che sopravvisse a un drammatico naufragio in Vendèe Globe

Bullimore fu trovato in oceano per pura fortuna e sopravvisse grazie a una barretta di cioccolato

Abbonamenti SVN
ADV
VBristol (UK) - The British Bulldog all’età di 79 anni è morto, a sconfiggerlo non è stato il mare che ci aveva provato nel 1997 e ci era quasi riuscito, ma un brutto male.

The Bulldog era Toni Bullimore, uno degli skipper della terza edizione del Vendèe Globe, quella del 1996-1997. Un’ edizione maledetta che vide solo 6 skipper su 15 riuscire a terminare la regata. Uno dei partecipanti, Gerry Roufs, scomparve in mare.

Toni Bullimore fu uno dei due skipper che si rovesciarono mentre traversavano le basse latitudini. Quando accadde l’incidente la sua barca era a 2500 chilometri dall’Australia. Toni, che tutti davano per morto, riuscì a sopravvivere all’interno dello scafo grazie a una bolla d’aria che si era formata. Rimase lì per 4 giorni, alimentandosi con una barretta di cioccolato che era riuscito a trovare nella barca.

Toni, fu salvato da una fregata australiana che aveva salvato Thierry Dubois, l’altro skipper che si era capovolto ma che disperava di ritrovare vivo, dopo quattro giorni di una violenta burrasca con venti a oltre 80 nodi, lo skipper inglese.

Quando la nave militare individuò il relitto della barca di Dubois, varò un gommone da ricognizione e mandò degli uomini a controllare, quando questi arrivarono batterono con la prua della barca contro lo scafo. Gli uomini del gommone si convinsero presto che a bordo non c’era più nessuno, e rimasero molto sopresi quando videro emergere dall’acqua Toni Bullimore che avendo sentito l’urto della barca abbandonò il suo rifugio.

Nessuno aveva messo in conto che Toni era un ex Marine della Royal Navy e a sopravvivere era abituato.

In seguito a quella edizione le regole del Vendèe Globe cambiarono e la sicurezza fu implementata.