SVN logo

Un Mini 650 senza albero, navigherà trainato da un kite

La soluzione arriva dalla Francia e la vuole sperimentare su un Mini 650 Gildas Mahé che ha deciso di eliminare l’albero. La barca navigherà trainata da un kite

NSS
ADV
Il navigatore francese Gildas Mahé sta sperimentando una nuova tipologia di armamento sul suo Mini 650 comprato diverso tempo fa e mai armato e utilizzato. Nel progetto di Mahé l’armamento tradizionale del Mini 650, incluso l’albero che verrà eliminato, dovrebbe essere sostituito dalla vela del kite.

Il navigatore vuole riuscire a far navigare il mezzo trainato solo da un kite, una delle vele che si utilizzano solitamente accoppiate a una tavola nella disciplina conosciuta come kite surf.

Ovviamente serve un kite fatto su misura per il peso del Mini, e non una classica vela da kite surf, ma il concetto sarà praticamente molto simile.

La barca verrà modificata rispetto alla sua configurazione originale e per farlo Gildas Mahé si è rivolto alla Armor Kite specializzata nella combinazione kite - barca a vela. L’azienda, che si occuperà di costruire una vela apposita con particolari rinforzi, da diversi anni studia questo tipo di soluzione.


Il Mini 650 inoltre non avrà la chiglia per risparmiare peso e favorire la navigazione. A limitare lo scarroccio saranno sufficienti le derive a V che lavoreranno immerse e il cui pescaggio sarà regolabile in base alle condizioni e alle andature.

Questa particolare propulsione, soprattutto alle andature portanti, consente alla barca di raggiungere grandi velocità. Il kite può volare molto in alto dove non arriverebbe mai l’albero della barca, e quindi prendere più vento; la barca senza albero, vele e chiglia è enormemente più leggera.

L’andatura di bolina vera e propria sarà un po’ più larga al vento rispetto a un armo tradizionale, ma la soluzione sembra essere quanto meno originale per dare una seconda vita a una barca.


© Riproduzione riservata