SVN logo

Vela olimpica: che esordio per Tita-Banti. La coppia è in testa nei Nacra

Abbonamenti SVN
ADV
Enoshima (Giappone) - Che bella l’Italia della vela alle Olimpiadi, un inizio così forse era difficile da immaginare. Quando siamo giunti ormai a metà del programma olimpico, tutti gli atleti italiani impegnati sono in top 10. Arrivano notizie ottime dal Nacra 17, che ha esordito ieri, dove i nostri Ruggero Tita e Caterina Banti, al termine di una giornata perfetta con lo score di 1-3-1, si sono portati in testa alla classifica provvisoria. Una dimostrazione di forza importante dato che l’equipaggio italiano ha ambizioni da podio. I segnali sono incoraggianti, anche se la settimana di regate è ancora lunga e le insidie di un’Olimpiade, soprattutto per la tenuta mentale degli atleti, sono molte.

Nell’RS:X femminile le condizioni di vento forte non erano ieri le preferite da Marta Maggetti, ma la cagliaritana ha lottato con regate sempre di vertice (5-6-3). In classifica resta al 4° posto alle spalle dell’inglese Emma Wilson (1-1-UFD) che però nella terza di oggi ha una squalifica per partenza anticipata che potrebbe pesarle, seconda la cinese Yunxiu Lu che vola nelle sue condizioni (4-2-1) e terza la francese Charline Picon, oro di Rio 2016, che si difende (2-3-6). I punteggi: 3 punti dividono le prime tre della classifica, mentre Marta al 4° posto ha un ritardo di 14 punti dal podio, con tre prove più la Medal Race da disputare. La partita è aperta.

Nel 470 Maschile si registra l’ esordio olimpico per i giovani romani Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò, condizioni toste che fanno emergere l’esperienza, ma i segnali dagli azzurri sono incoraggianti. Dopo due prove (9-9) gli azzurri sono al 9° posto della classifica, subito in zona Medal Race. La velocità è buona e nella seconda prova hanno girato intorno al 5°6° posto, finendo superati solo nel lato di poppa conclusivo. Il livello della flotta è altissimo e non sono ammessi errori.

Nel 470 femminile Elena Berta e Bianca Caruso chiudono la prima giornata della loro Olimpiade al 6° posto in generale, quale risultato dei due piazzamenti nelle manche odierne: 5-11. Il vento forte e il mare formato ha reso le regate piuttosto dure, entrambi i risultati sono arrivati in rimonta, segno di buona velocità e carattere. In testa sembrano avere una marcia in più in queste condizioni le polacche Agnieszka Skrzypulec e Jolanra Ogar (1-1), seconde le francesi Camille Lecointre e Aloise Retornaz (3-2), terze le inglesi Hannah Mills e EWilidh McIntyre (4-3). Nei prossimi giorni si attende un calo del vento e le carte torneranno a mischiarsi per tutte.


© Riproduzione riservata