SVN logo
SVN solovelanet
sabato 28 novembre 2020

Alex Thomson taglia il traguardo

E’ arrivato questa mattina alle 7,25, 2 giorni e 7 ore dopo Francois Gabart

Abbonamenti SVN
ADV
Day 80 - La sagoma di Hugo Boss è spuntata fuori dalla foschia del mattino, oggi all’alba. Dopo due giorni di guerra, con un mare con onde che arrivavano sino a cinque metri, lo skipper inglese è giunto a destinazione. Alex è il terzo inglese a salire sul podio della Vendée Globe, prima di lui la Ellen MacArthur’s che arrivò seconda nel 2001 e Mike Golding che arrivò terzo nel 2005.

Hugo Boss ha tagliato la linea del traguardo 80 giorni, 19 ore e 23 minuti dalla sua partenza.

Quelle 19 ore e 23 minuti, forse sono troppo, se Alex non avesse rallentato per aiutare Jean Pierre Dick, la sua prua avrebbe tagliato il traguardo pochi minuti prima dello scadere del 79° giorno, ma Alex è contento così, più volte a dichiarato che non è stata una scelta, semplicemente, non avrebbe potuto fare diversamente.


Replay : L'arrivée d'Alex Thomson, troisième di VendeeGlobeTV

Jean Pierre - Nel frattempo Jean Pierre ha raggiunto la costa riuscendosi così a riparare dalla forte burrasca che continua a imperversare al largo di Capo Finisterre che tanto ha fatto penare Alex Thomson. Ora Jean Pierre, con tutta probabilità, costeggerà il capo cercando di entrare nel golfo navigando al riparo della terra passando davanti a Gjion. A separare Jean Pierre dal traguardo poco più di 400 miglia.

Bernard Stamm – Bernard è stato squalificato dalla Vendée Globe, ma non per questo ha cessato di avere dei problemi. Lo skipper svizzero, che sta navigando in condizioni meteo pessime con mare molto formato e onde molto alte, “non ho mai visto condizioni così brutte in questa zona dell’Atlantico in questo periodo” ha detto ieri, è stato costretto a salire in testa d’albero per effettuare una riparazione.

Nella notte tra sabato e domenica, mentre Macif si avvicinava al suo traguardo, Stamm saliva a trenta metri di altezza mentre la barca ballava su onde di oltre 3 metri: “E’ stata molto dura, quando sono sceso ero esausto”, ma arrivato a terra ha dovuto rimandare a riva la randa e con il Coffee Grinder che ancora non funziona, mi ha costretto a fare la manovra sul winch normale, cosa che mi ha levato le ultime energie.”

Mike Golding – Un'altra chiglia che da problemi, questa volta è toccato a quella di Gamesa, la barca di Mike Golding. Mike ieri ha controllato la sua chiglia immergendo una macchina fotografica e ha scoperto che la calandra che copre la testa del siluro è scomparsa. “Questo potrebbe essere un grave problema”, dice Golding. Mike ha passato quasi tutta la giornata nella scatola della chiglia per capire come fare a ripararla e sembra che a questo punto si sia fatto un’idea precisa di come fare. Vedremo nei prossimi gironi se ci riuscirà.

Classifica del 30-01-2013 ore 9:00
1- Macif (François Gabart) - arrivato
27 gennaio, 14:18:40 TU (78 giorni, 2 h, 16 m e 40 s)

2- Banque Populaire (Armel Le Cléac´h) - arrivato
27 gennaio, 14:18:40 TU (78 giorni, 5 h, 33 m e 52 s)

3- Hugo Boss (Alex Thomson) - arrivato
30 gennaio, 7:25:52 TU (80 giorni, 19 h, 23 m, 43 s)

4- Virbac Paprec 3 (Jean-Pierre Dick)
5- SynerCiel (Jean Le Cam)
6- Gamesa (Mike Golding)
7- Mirabaud (Dominique Wavre)
8- Akena Vérandas (Arnaud Boissières)
9- Acciona 100% EcoPowered(Javier Sansó)
10- Votre Nom Autour du Monde avec EDM Projets (Bertrand de Broc)
11- Initiatives-coeur(Tanguy De Lamotte)
12- Team Plastique (Alessandro Di Benedetto)