SVN logo

Puma guida la flotta

Sono passati sei mesi dall’inizio della Volvo Ocean Race 2011-12, iniziate lo scorso 29 ottobre ad Alicante. I leader festeggeranno tagliando per la quarta volta la linea dell’equatore e tornando nell’emisfero nord

Abbonamenti SVN
ADV
Atlantico - Sono passati sei mesi dall'inizio di questa edizione della Volvo Ocean Race 2011-12, e nella giornata di ieri la flotta, impeganata nella sesta tappa, è finalmente entrata in un vero aliseo cominciando a registrare buone velocità, tipiche dell’andatura in poppa dei potenti Volvo Open 70.

La testa della flotta è sempre occupata da PUMA che ha un vantaggio di 11,9 miglia su CAMPER e di 12 su Telefonica, che navigano praticamente appaiati. In quarta posizione rimane Abu Dhabi a 50,7 miglia mentre Groupama è quinto a 128,4 miglia dal leader. Al rilevamento di mezzogiorno il più rapido del lotto è PUMA con 18,4 nodi in un vento intorno ai 16 nodi di intensità ma è Telefónica che torna a far registrare la migliore percorrenza sulle 24 ore con 336 miglia.

Le ultime previsioni indicano che le barche potrebbero ritardare l’arrivo a Miami fino al prossimo 9 maggio, tre giorni più tardi di quanto inizialmente programmato.

I team si stanno muovendo per posizionarsi al meglio in vista delle calme equatoriali, che li attendono nei pressi del parallelo 2° sud, distante circa 300 miglia dalle loro prue. I battistrada nelle prossime ore attraverseranno l’equatore per la quarta e ultima volta in questa edizione della Volvo Ocean Race, ritornando nell’emisfero nord per non abbandonarlo più fino all’arrivo a Galway.

La flotta ha passato l’equatore da nord a sud per la prima volta nella prima tappa (Alicante – Città del Capo), da sud a nord nel primo tratto della seconda (Città del Capo – Malé) e di nuovo nella quarta tappa (Sanya – Auckland). Questa volta, tuttavia, la zona dei Doldrum non sembra una minaccia troppo seria, non pericolosa come quando la flotta la attraversò nel corso della prima tappa. Malgrado ciò la distanza fra le barche è talmente ridotta, che anche un errore di “passaggio” potrebbe far cambiare la classifica e i Doldrum anche se meno estesi potrebbero sempre essere determinanti.

Posizioni al rilevamento delle ore 10 GMT (le 12 ora italiana) del 29 aprile
1. PUMA Ocean Racing powered by BERG a 3.065,8 miglia da Miami
2. CAMPER con Emirates Team New Zealand, +11,9
3. Team Telefónica, + 12
4. Abu Dhabi Ocean Racing, +50,7
5. Groupama sailing team, +128,4
- Team Sanya, DNS
 
Classifica provvisoria Volvo Ocean Race 2011-12
1. Team Telefónica, 149 punti
2. Groupama sailing team, 133
3. CAMPER con Emirates Team New Zealand, 124
4. PUMA Ocean Racing powered by BERG, 117
5. Abu Dhabi Ocean Racing, 58
6. Team Sanya, 25