SVN logo

Collisione tra una piccola barca a vela e il megayacht A

L’equipaggio di una piccola barca a vela si avvicina troppo al megayacht A, perde il controllo, e va in collisione contro la fiancata del gigante da 143 metri

NSS
ADV
A volte la curiosità può fare brutti scherzi e forse è quello che avranno pensato i malcapitati di questa piccola barca a vela, la cui giornata al mare è terminata con uno spiacevole inconveniente.

È successo a largo di Vigo, in Spagna, dove una barca a vela di circa 5 metri e mezzo, un piccolo daysailer, è andato in collisione contro i 143 metri del magayacht A, varato nel 2008 e costato oltre 450 milioni di dollari, appartenente al magnate e oligarca russo Andrey Melnichenko, uno dei superyacht più paparazzati al mondo ovunque si trovi.

Non è stato quindi un caso che ci fosse qualche obiettivo appostato a riprendere la scena, come testimonia il video proposto, pubblicato dal Daily Mail e ripreso da molti canali YouTube. Si nota come la piccola barca a vela si avvicini al megayacht A, probabilmente per scattare qualche foto e apprezzare il gigante da vicino.

Il timoniere non aveva calcolato il rischio, ovvero che avvicinandosi alla grande sagoma di A le vele entrassero nel cono d’ombra del vento generato dall’altezza del megayacht. Pochissimo vento e da direzione variabile, la situazione critica per il controllo di una barca a vela.

Il piccolo cabinato ha iniziato a scarrocciare finendo sulla fiancata di A, rimanendo poi incastrato con l’albero in uno dei portelloni per l’uscita dei tender. Il timoniere della piccola barca a vela nel frattempo riesce a mettere in moto il fuoribordo, tardivamente rimesso in acqua, e alla fine la situazione si è risolta.

Pare che sulla fiancata di A sia rimasto qualche danno estetico, nulla di grave certamente, ma comunque un bel grattacapo per l’assicurazione.

© Riproduzione riservata