SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 26 novembre 2020

AC 75, un affare complicato

TNZ non arma l’albero e inizia i test al traino

Abbonamenti SVN
ADV
Auckland (Nuova Zelanda) – Qualche giorno fa l’AC75 di TNZ è sceso in acqua, è stata la prima barca della prossima Coppa America a toccare l’acqua. L’attesa era tanta, barche così non se ne sono mai viste e tutti aspettano di vedere come si comporteranno in mare.

Ci sono fotografi e videoreporter che seguono le mosse del team per riuscire a catturare le prime immagini del “ragno” in navigazione, ma sono tutti rimasti piuttosto perplessi quando hanno visto il nuovo AC75 correre sull’acqua. Mancava qualche cosa e quel qualcosa era l’albero e le vele, la barca correva sull’acqua sopra i suoi foil senza che fosse il vento a spingerla, ma un motoscafo che la trainava.

E’ la prima volta che si vede una barca di Coppa America navigare senza albero e vele, e questo testimonia quanto deve essere complesso il mettere a punto il ragno.

Mentre l’AC 75 di TNZ corre sull’acqua trainato da un motoscafo, in Italia, a Cagliari, il team Luna Rossa combatte con i problemi registrati a fine costruzione per poter mettere in acqua la sua barca.

L’inizio degli allenamenti dei team è ancora lontano, prima che l’equipaggio possa iniziare ad allenarsi bisognerà risolvere la lunga serie di problemi che queste barche rivoluzionarie stanno presentando ai loro equipaggi e costruttori, solo dopo si potrà iniziare a fare i conti con un modo di portare una barca a vela molto diverso da quello a cui ognuno di noi è abituato a fare.