venerdì 28 gennaio 2022
  breaking news

Traversare l’Atlantico su una Star: l’impresa di Dario Noseda

L’Atlantico lo hanno attraversato in tutti i modi, ma mai su di una Star

Dario Noseda
Dario Noseda
Atlantico - Senza paura, onda dopo onda, Dario Noseda sta affrontando l’Atlantico diretto a Nassau alle Bahamas, partito lo scorso 11 novembre dal Real Club Nautico di Tenerife con il suo Star. Sì, una Star, una di quelle derive che hanno fatto la storia della vela, la classe olimpica che è stata protagonista di 16 edizioni di giochi olimpici.

Dario, a bordo di quella piccola barca che solitamente finite le regate viene messa sul carrello e riportata a terra, vuole correre una sfida lunga 3.250 miglia e non sulle onde del lago o del sottocosta, ma su quelle dell’oceano.

Una pazzia, pensano in molti, ma Dario non ne è affatto convinto. C’è chi ha fatto l’Atlantico su di un catamarano non abitabile, chi lo ha fatto con un 5 metri in fibra vulcanica, e allora perché non farlo in star.

La risposta pratica e razionale la conosciamo: perché la Star è una deriva che sta all’oceano come una moto da GP sta a una navicella spaziale, ma proprio per questo ci appassioniamo alle imprese di persone come Dario, perché sono impensabili, immaginabili e ci fanno pensare che non esistano limiti.

Dario, che ha 49 anni, è alto 1,90 metri e pesa 90 kg, per la sua impresa ha utilizzato uno Star abbandonato che gli è stato regalato e che lui ha ristrutturato e modificato. Parte della barca è stata chiusa ricavando uno spazio di 2 metri quadri per dormire. Negli scafi laterali sono state messe bottiglie d’acqua minerale vuote e sigillate per rendere la barca inaffondabile, a poppa ci sono i viveri liofilizzati e la zattera di salvataggio.

Dopo quattro giorni di navigazione Dario ha percorso 370 miglia e si trova all’altezza della Mauritania, scende a sud per incrociare l’aliseo, anche se quella è una rotta infestata dai pirati.

La Star di Dario dovrebbe apparire sul Marine Traffic, ma ha avuto un problema al sistema elettrico e al momento, da ieri, la sua posizione non appare.

Dario Noseda vorrebbe arrivare a destinazione il 9 dicembre.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

CATEGORIE ARTICOLI

Welcome Back!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?