SVN logo

Strage di pinguini in Antartide

150.000 pinguini morti negli ultimi 5 anni

Abbonamenti SVN
ADV
Baia di Commonwealth, Cape Denison, Antartide - Centocinquanta mila pinguini morti negli ultimi cinque anni per colpa dell'iceberg B09B, questa la sintesi della relazione pubblicata da un gruppo di ricercatori australiani dell’University of New South Wales.

La colonia di pinguini Adelia, che secondo lo studio dei ricercatori agli inizi del Novecento contava duecentomila esemplari e sino al 2010 centosessanta mila, vive nei territori dell’Antartide di Capo Denison, il promontorio roccioso all’inizio della Baia del Commonwealth.

Cinque anni fa l’arrivo di una grossa massa di ghiaccio chiamata B09B che si è arenata proprio sulle coste del capo nel mezzo della Baia del Commonwealth ha iniziato a creare seri problemi ai pinguini. Gli animali per raggiungere un accesso al mare e procurarsi il cibo da allora devono percorrere circa 60 chilometri contro i 3 chilometri che percorrevano prima dell'arrivo di B09B.

I pinguini Adelia sono animali abitudinari e non hanno spostato la colonia per avvicinarsi di nuovo al mare, i sopravvissuti fanno la strada sino al mare, si procurano il cibo e tornano alla colonia, è facile quindi immaginare il perchè della drastica riduzione di esemplari in vita.

Secondo i ricercatori solo lo scioglimento o lo spostamento dell’iceberg B09B potrà salvare i pinguini superstiti che, diversamente, alla fine seguiranno la triste sorte dei loro compagni.

© Riproduzione riservata