SVN logo

Fase finale per il Grand Soleil 58

Il nuovo modello del Cantiere del Pardo è sulla dirittura finale per il varo di primavera

Abbonamenti SVN
ADV
Forlì – Scafo e coperta del primo Grand Soleil 58 sono stati assemblati. Con questa operazione si entra nella fase finale della costruzione del nuovo modello, quella che porterà al varo da qui a qualche settimana.

Con 5 scafi già in ordine e altri in via di definizione, il Grand Soleil 58 ha già dato le prime soddisfazioni al cantiere che negli ultimi anni, con un moto contrario al trend nazionale, è cresciuto molto velocemente riguadagnando il suo originario posto di primo cantiere italiano in questa fascia di grandezza.

Oltre ad alcuni scafi bianchi, nella zona del cantiere adibita alla costruzione del nuovo Grand Soleil 58, fa mostra uno scafo completamente nero sul quale aleggia un pizzico di mistero.

Che non sia uno scafo come gli altri è evidente da diversi particolari, ma il cantiere al momento si limita a far sapere che quella barca è costruita in materiali speciali HT (High Temperature) il che fa pensare a processi di postcured, ma per conoscere i dettagli , bisognerà attendere, probabilmente, il termine della costruzione.

Noto, invece, il sistema di costruzione degli altri esemplari: scafi e coperta sono realizzati in sandwich con tessuti in vetro biassiali e unidirezionali impregnati con resina Epoxy-vinilestere, mentre la struttura di rinforzo principale (ragno) è realizzata in carbonio e GRP composito ed è incollata e interamente fazzolettata allo scafo.

La paratia principale è realizzata in composito, mentre tutti gli interni sono realizzati in pannelli di sandwich alleggerito.

Con questa imbarcazione il Cantiere del Pardo sta dando una nuova interpretazione della barca di serie. Le tecnologie usate per questo modello, sino a poco tempo fa, erano appannaggio esclusivo delle barche custom ora, invece, con questo nuovo modello, entrano nel mondo della produzione di serie.

© Riproduzione riservata