SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 26 novembre 2020

Lusitania: duello a distanza tra miliardario americano e Irlanda per il recupero

Il miliardari possiede i diritti sul relitto, ma l’Irlanda vieta le immersioni nella zona

Abbonamenti SVN
ADV
Dublino, Irlanda – Duello a suon di carte bollate tra un miliardario americano, Gregg Bemis, e l’Irlanda, al centro della battaglia il relitto del Lusitania, la nave da trasporto passeggeri che fu affondata dai tedeschi nel 1915.

L’affondamento del Luisitania fu una tragedia che costò la vita a 1.201 persone la maggior parte dei quali erano americani e questo fu la miccia che portò gli americani ufficialmente nella prima guerra mondiale.

Gregg Bemis ha 87 anni e mira a recuperare il contenuto della cassaforte del Lusitania dove oltre a diversi tesori si dovrebbero trovare delle tele di Rubens.

Il miliardario acquistò i diritti sul relitto nel 1960 e quindi ne è il legittimo proprietario. L’Irlanda qualche anno fa ha messo su tutta la zona un divieto di pesca e d’immersione per evitare una caccia al tesoro che sarebbe potuta diventare pericolosa e ora non ha intenzione di levare tale divieto, cosa che impedisce a Bemis di iniziare le operazioni di recupero.

Il Luisitania è l’unico, tra i 18.000 relitti che si trovano intorno all’Irlanda, ad essere nelle sue acque nazionali.