venerdì 21 gennaio 2022
SVN SUPPORT
  breaking news

Misto offshore in doppio: la vela rischia di perdere una medaglia alle Olimpiadi di Parigi

Misto offshore in doppio: sotto osservazione la nuova classe che non è gradita al Comitato Olimpico

L30 misto offshore in doppio
L30 misto offshore in doppio
Non c’è pace per la vela olimpica che rischia di perdere una medaglia in vista delle Olimpiadi di Parigi 2024. Come è noto la vela da tempo è sotto osservazione da parte del CIO (Comitato Olimpico Internazionale), che la considera uno sport difficile da comunicare e riprendere televisivamente nonché costoso da coprire per la produzione degli eventi.

A finire sotto la lente di ingrandimento è la nuova classe olimpica, o meglio la nuova classe candidata: il misto offshore in doppio. Si tratta di una barca di 9 metri, probabilmente individuata nell’L30, con la quale alle Olimpiadi del 2024 si assegnerà una medaglia su un programma di regate d’altura, da svolgere in doppio con un uomo e una donna in equipaggio.

World Sailing, la Federvela Mondiale, ne ha fatto uno dei suoi cavalli di battaglia per rinnovare le classi olimpiche, ma la proposta al CIO non è piaciuta: la classe non ha ancora un evento mondiale di rilievo, organizzare le regate in acqua, con una durata di almeno 48 ore di navigazione d’alto mare, è logisticamente complesso e serve un budget importante per le riprese televisive.

Questi in sintesi gli appunti arrivati dal CIO che ha invitato World Sailing a fare delle proposte alternative. La Federvela mondiale dal canto suo ha ribadito che la proposta della barca offshore è la via principale da perseguire e che proporranno delle modifiche di format, e ha anche dichiarato con una nota ufficiale che entro metà maggio 2021 verranno comunicate due alternative al Comitato Olimpico.

La classe offshore è stata piuttosto criticata anche da una parte degli atleti: l’L30 è una barca che, armata di tutto punto, nuova costerebbe intorno ai 100 mila euro, una cifra importante nel mondo delle classi olimpiche dove gli atleti vivono di sponsor o che, in alternativa, entrano a far parte dei gruppi sportivi delle forze armate.

© Riproduzione riservata

Lascatutto Lascatutto Lascatutto
ADVERTISEMENT

I TOP 7 DI OGGI [ARTICOLI]

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

CATEGORIE ARTICOLI

Welcome Back!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?