SVN logo

Round Italy Genova-Trieste: Argo vince in IRC, il video della regata

Con l’arrivo vittorioso di Argo si è chiusa la Round Italy, il video on-board su Edilizia Acrobatica racconta lo spettacolo delle 1130 miglia di percorso

Abbonamenti SVN
ADV
CONCLUSA LA PRIMA EDIZIONE
I PRIMI ARRIVI
LA PARTENZA
LA ROUND ITALY GENOVA-TRIESTE

Conlusa la prima edizione della Round Italy


(aggiornamento del 29/09/2021) Con l’arrivo del First 44.7 Argo di Luciano Manfredi si è chiusa la prima edizione della Round Italy Genova-Trieste, la regata di 1130 miglia organizzata dallo Yacht Club Italiano e la Società Velica Barcola e Grignano.

La barca che porta il guidone dello YCI ha impiegato 9 giorni 10 ore 41minuti e 56 secondi per fare il periplo d’Italia, quanto è bastato per aggiudicarsi la classifica in tempo compensato IRC della Round Italy, davanti al Maxi Pendragon che era stato il primo a tagliare il traguardo in 6 giorni e 18 ore.

Una prima edizione a cui hanno partecipato 5 imbarcazioni, le due sopra citate più tre Class 40.

Per la tipologia di navigazione che impone ci vorrà del tempo perché questa diventi una regata dai grandi numeri, ma mancava nel panorama italiano un evento come questo, di vela d’altura pura.

Molto avvincente lungo il percorso la sfida tra i Class 40, che alla fine è stata vinta da Karnak di Stefano Raspadori con l’ottimo tempo di 7 giorni e 14 ore, mentre Kika Green Challenge ha impiegato 8 giorni e 6 ore ed Edilizia Acrobatica 8 giorni e 15 ore.

Nonostante tra il primo e l’ultimo dei Class 40 all’arrivo ci siano state 24 ore di distacco, fino allo Stretto di Messina spesso il terzetto ha navigato a vista, come testimonia il bellissimo video on board su Edilizia Acrobatica di Ernesto Moresino proposto in apertura di questa notizia che in poco più di 2 minuti riassume le 1130 miglia di percorso.

Nelle spettacolari immagini si apprezzano i duelli ravvicinati con gli altri Class 40, e i tanti cambiamenti del meteo, da giornate estive e di brezza a temporali e groppi di vento ad oltre 30 nodi.

In definitiva la Round Italy 2021 è stata una regata unica nel suo genere, che ha unito le due capitali italiane del mare e della vela, Genova e Trieste, e che in futuro potrebbe diventare una grande classica della vela d’altura italiana.

I Primi arrivi


(aggiornamento del 24/09/2021) Erano partiti la sera del 16 settembre da Genova e i primi hanno impiegato poco meno di una settimana a completare il periplo d’Italia, da Genova a Trieste, sul percorso della nuova regata Round Italy, organizzata dallo Yacht Club Italiano e dalla Società Velica Barcola e Grignano.

Come facile da immaginare, la prima barca sul traguardo nella giornata di ieri 23 settembre è stato il Maxi Pendragon, la più grande in regata, che ha stabilito il tempo di riferimento di 6 giorni 18 ore 3 minuti e 57 secondi, valido anche come record per il periplo d’Italia.

Questa mattina invece è toccato al primo Class 40, Karnak, con a bordo Stefano Raspadori, Andrea Caracci e Alberto Bona.

Più attardata Kika Green Challenge di Cristiano Verardo ed Edilizia Acrobatica di Ernesto Morosino, entrambe con oltre 100 miglia ancora da coprire dopo che il terzetto di 40’ aveva navigato molto compatto fino allo Stretto di Messina.

Atteso nelle prossime 48 ore al traguardo anche il First 44.7 Argo, che potrebbe comunque ambire a un posto sul podio per la classifica in tempo compensato con rating IRC.

La Round Italy, aperta a barche con lunghezza pari o superiore ai 9,15 metri, è ad oggi la regata più lunga che si corra in Mediterraneo con le sue 1130 miglia. Forse non diventerà una regata da grandi numeri, data la lunghezza e la complessità del suo percorso si addice soprattutto ad equipaggi esperti e barche molto ben preparate.

In un paese come l’Italia, circondato dal mare, mancava un evento velico che abbracciasse tutte le sue coste, da nord a sud, da Genova a Trieste. Lunga vita quindi alla Round Italy e a tutti i velisti e le barche che decideranno di affrontarla nei prossimi anni.

La partenza della regata


(aggiornamento del 16/09/2021) Parte oggi 16 settembre da Genova, alle ore 17,30, la regata più lunga e più dura che si corra in Mediterraneo, la Round Italy Genova-Trieste, organizzata dallo Yacht Club Italiano e dalla Società VeliCa Barcola e Grignano, aperta a imbarcazioni a vela dai 9.15 metri in su di lunghezza.

Una prova al suo esordio, che vuole unire idealmente il Salone Nautico di Genova, che oggi ha aperto i battenti, e la Barcolana, oltre che le due città e tutta l’Italia.

Mancava tra le regate che si corrono lungo lo stivale una circumnavigazione completa dell’Italia: ben 1.130 miglia di navigazione, in un mese, quello di settembre, che può riservare numerose sorprese da un punto di vista meteorologico.

Essendo una prova così dura era fisiologico che gli iscritti alla prima edizione non fossero molti: 5 barche, tra cui tre Class 40, un maxi e un 44 piedi.

Stiamo parlando del Maxiyacht Pendragon di Nicola Paoleschi, già protagonista delle principali regate d’altura che si corrono in Italia, dei Class 40 Edilizia Acrobatica, Kika Green Challenge di Cristiano Verardo e Karnak di Stefano Raspadori, alle quali si unisce il First 44.7 Argo di Luciano Manfredi.

Il tempo di percorrenza del primo classificato in tempo reale, c’è anche una classifica IRC, sarà considerato come tempo fissato per il record lungo la rotta Genova - Trieste.

A fare compagnia ai 5 equipaggi ci saranno anche migliaia di altri velisti, sia pur virtuali. Alle ore 21 di oggi, 16 settembre, parte anche la Round Italy virtuale che sfrutterà la nota piattaforma di e-sailing Virtual Regatta, sul medesimo percorso della regata reale, utilizzata ormai per i principali eventi velici virtuali internazionali.

Gli iscritti hanno superato quota 1000 annunciando un’edizione virtuale come estremamente combattuta e divertente.

La Round Italy Genova-Trieste


La Round Italy Genova-Trieste è la nuova regata, riservata a barche di lunghezza superiore ai 9,15 metri, che parte da Genova e arriva a Trieste dopo 1.130 miglia.

Aperta ai Class 40, ai maxi yacht e alle barche a rating IRC e ORC.

L’edizione 2021 è quella d’esordio e la sua partenza è programmata per il 16 settembre da Genova.

© Riproduzione riservata