SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 25 novembre 2020

I due Trofei Challenger a Pendragon e a B2. Mandolino vince in ORC

Con l'arrivo delle ultime barche della flotta, si è conclusa questa mattina la 151 Miglia 2014

Abbonamenti SVN
ADV
Livorno – Tutte le imbarcazioni hanno finalmente raggiunto il Marina di Punta Ala e la 151 Miglia 2014, tappa del Campionato Italiano Offshore, un’edizione da record con i suoi 135 iscritti, può essere considerata definitivamente conclusa.

La prima barca a tagliare il traguardo in tempo reale ieri pomeriggio è stato il 70’ Pendragon dell’armatore Nicola Paoleschi, che ha vinto i line honours per la quarta volta su cinque partecipazioni, aggiudicandosi così uno dei due Trofei Challenger della 151 Miglia.

L’IRC 52 B2 di Michele Galli (a bordo anche Francesco de Angelis), che grazie al successo in Overall IRC (secondo classificato GLS Stella di Stefano Fava-Beppe Cavalieri e terzo Sea Owl di Mollica-Novi) si è aggiudicato l’altro Trofeo Challenger della 151 Miglia.

In IRC (77 barche arrivate), nella Divisione A affermazione sempre di B2, nella B di Aurora di Paolo Bonomo-Roberto Bruno, nella C di Razza Clandestina di Leonardo Landi e nella D di Sea Owl.

Passando alla flotta ORC International (49 barche arrivate), il successo in Overall (e in ORC 0) non è sfuggito allo Swan 42 Mandolino di Martino Orombelli (secondo classificato Overall Musa di Fabio Costa e terzo BluOne di Leonardo Servi).

A Giumat +2 di Flavio Enrico Trusendi è andata la vittoria in ORC 1, a Valhalla di Francesco Bruna in ORC 2 e a Musa in ORC 3. Menzione particolare poi per Prospettica, 16mo nell’ORC Overall ma unico tra le barche che hanno affrontato la 151 Miglia in equipaggio ridotto (l’armatore Giacomo Gonzi con Iacopo Lacerra).