SVN logo
SVN solovelanet
lunedì 23 novembre 2020

Concluso il primo giro di regate del SailGP: è flop

Non ha convinto l’esordio del SailGP creato da Larry Ellison e Russel Coutts

Abbonamenti SVN
ADV
l primo SailGp, il circuito creato da Russel Coutts e Larry Ellison per rifarsi della perdita della Coppa America, ha visto concludersi domenica scorsa la prima serie di regate.

In acqua 6 degli AC 50 che corsero l’ultima Coppa America e che ora sono chiamati F50, sei barche con le bandiere di Australia, Giappone, Gran Bretagna, Cina, Francia e Stati Uniti. Tutti team vicini a Ellyson durante l’ultima Coppa America e che ora lo hanno seguito in questa nuova avventura.

Chi si aspettava un grande spettacolo è rimasto deluso, come in molti avevano previsto, il SailGP, ovvero il Gran Premio della vela, si è rivelato un flop.

Se in Coppa America i catamarani non avevano dimostrato di essere particolarmente avvincenti come barche da regata se non per le velocità che raggiungono, effettivamente, molto elevate, queste barche possono arrivare a 50 nodi, in queste regate dove non c’è match race, ma regata di flotta, lo spettacolo si è rivelato ancora più deludente.

Le barche si coprono il vento a vicenda e quella che riesce a partire per prima e portarsi avanti è l’unica che correrà libera dei rifiuti degli altri. Cambiare la graduatoria formatasi a pochi metri dalla partenza non è affatto semplice, cosa che rende noiosa la corsa che manca di colpi di scena, a meno di non sperare, molto cinicamente, in qualche incidente spettacolare.

L’organizzazione dell’evento ha denunciato 20.000 spettatori, ma c’è chi dice che in realtà erano circa la metà, in ogni caso un numero molto lontano da quelli della Coppa America.

Per il momento, almeno dal punto di vista della visibilità, la partita Coppa America VS SailGP è sull’uno a zero a favore della Coppa. La sfida a distanza tra Grant Dalton e Bertelli da una parte e Larry Ellison e Russel Coutts dall’altra è appena iniziata e promette di essere avvincente.

Quando gli AC 72 di Coppa scenderanno in acqua le distanze tra i due eventi rischiano di diventare abissali. Per quello che si è visto sino ad ora grazie ai prototipi con i quali si stanno allenando alcuni team, in primis il team inglese di Ben Ainslie, gli AC72 sono molto agili, capaci di repentini cambi di direzione e di velocità molto simili a quelle degli F50, questo dovrebbe rendere molto più avvincente le regate di Coppa.

Dove l’organizzazione della Coppa dovrà faticare è sulla qualità dei media, filmati e comunicati che nel team di SailGP sono ad altissimo livello.