SVN logo

Successo di pubblico per il SailGp a Taranto, vince Team Japan con Bru

Migliaia di persone tra pubblico a terra e in mare per vedere le regate degli F50 nella tappa del SailGp di Taranto, il più acclamato dal tifo è stato Francesco Bruni

Torqeedo
ADV
Si chiude con un bilancio positivo la tappa del SailGp di Taranto, che ha trasformato la cittadina pugliese per un weekend in una capitale della vela mondiale. La risposta del pubblico tarantino è stata importante, con migliaia di persone a terra e tantissime barche in mare.

Il Japan SailGP Team ha vinto l’Italy Sail Grand Prix, secondo degli otto eventi di SailGP. E proprio questo equipaggio è stato uno dei più tifati dal pubblico, dato che a bordo c’è l’italiano Francesco Bruni, timoniere di Luna Rossa.

La seconda e ultima giornata dell’unico evento italiano in calendario è stata caratterizzata da un vento leggero, appena più intenso rispetto alla prima. Le due regate di flotta (Race 4 e 5) si sono disputate con tutti i cinque membri d’equipaggio, mentre la finale ha visto i team tornare in formazione ridotta con solo tre velisti a bordo.

La prima parte della podium race è dominata da USA SailGP Team, seguito da vicino da Japan SailGP Team. Il team spagnolo riesce a recuperare acqua scegliendo il lato opposto a quello degli avversari all’inizio della prima bolina, riaprendo così i giochi.

USA SailGP Team mantiene la leadership fino alla seconda e ultima bolina quando, inaspettatamente, qualche problema fa rallentare Spithill e i suoi, superati da Spain e Japan SailGP Team.

Quest’ultimo equipaggio allunga negli ultimi lati e va a tagliare il traguardo acclamato dal pubblico tarantino.

“Taranto è stata magnifica e sono felicissimo di aver vinto qui” ha dichiarato Francesco Bruni in mixed zone poco prima dei festeggiamenti e di esser buttato in acqua dai compagni di squadra che hanno ricambiato con affetto il saluto dei tifosi tarantini.

“Non sono stato il principale protagonista del team ma, a volte, è importante essere un bravo giocatore di squadra; dunque, quando non ero a bordo ho cercato di sostenere in tutti i modi il team facendomi trovare pronto quando sono stato chiamato a gareggiare. Sono davvero contento della qualità del gioco di tutto il nostro team. Fantastica l’accoglienza di Taranto con una quantità di barche in acqua pazzesco e un gran tifo a terra. Come sempre l’Italia ha risposto alla grande ed è bello vedere sempre più appassionati di vela”.

Un evento godibile per il grande pubblico, che è cresciuto molto anche da un punto di vista organizzativo e comunicativo e sta mostrando un livello tecnico dei velisti in acqua che non ha nulla da invidiare alla Coppa America o al top delle regate nelle classi olimpiche.

Le regate in stile Formula 1 non piacciono a tutti, ma il SailGp sta dimostrando di essere di più: interessante anche il programma degli eventi di contorno che ha coinvolto le giovani generazioni di velisti nelle regate con i piccoli Waszp, il monotipo da singolo volante.



© Riproduzione riservata