SVN logo

Al Seatec e Compotec spazio alla creatività espongono 12 start up italiane

Un’area riservata alle giovani imprese che presenteranno prodotti innovativi e servizi per la nautica, cantieristica, refit e materiali compositi

Abbonamenti SVN
ADV
Marina di Carrara - Aria, acqua e vento: dalla forza di questi tre elementi prendono ispirazione gli innovativi e creativi prodotti e servizi - applicati a nautica, cantieristica, yacht refit & aftersales e compositi – che 12 start up italiane andranno a presentare alla 13.a edizione di SEATEC (SEA TECHNOLOGY & DESIGN), e alla 7.a edizione di COMPOTEC.

Entrambi gli appuntamenti, in programma a Marina di Carrara dal 4 al 6 febbraio 2015, rappresentano – ognuno rispettivamente per il mercato di riferimento – due rassegne internazionali per chi si occupa di componentistica, meccanica, elettronica e domotica, progettazione e design per navi, imbarcazioni a vela e yacht, materiali compositi e nuove tecnologie.

CarraraFiere ha voluto offrire l’opportunità a giovani aziende di poter esporre e presentare all’interno di questi importanti eventi le proprie creazioni nell’ambito dell’iniziativa startup@SeatecCompotec.

Da nuovi sistemi per il controllo remoto di dispositivi elettronici a pinne in carbonio, da uno strumento per la conversione della forza prodotta dal moto delle onde marine in energia per l’imbarcazione al sistema che permette una protezione assoluta dal fastidio del vento in navigazione a nuove navi modulari per acque interne ed esterne, da un’elica innovativa per patini e pedalo’ fino alla stampa in 3D e nuovi sistemi di ricarica di cellulari e smartphone.

Le imprese che hanno presentato la propria candidatura sono tutte italiane provenienti dalla Toscana e da Piemonte, Puglia, Emilia Romagna e Campania.

Ecco l’elenco: CaveLabs, Wave for Energy S.r.l., A.R.I.A. Engineering S.r.l., Istituto privato di ricerca (Ing. G. Calderon y Gilberti, Ing L. Rondelli, Ing D. Marzano), CETMA COMPOSITES SRL, J.L.ECONBOARD srl, KTECH S.r.l.s., X PHASE, HYBRID PANEL (Progetto Università di Bologna), JOS Technology S.r.l., AQUATECH ENGINEERING e SOPHIA HIGH TECH S.r.l.

© Riproduzione riservata