SVN logo

Tra Covid e vela

L’estate avanza e con essa l’epidemia che rischia di rovinare le vacanze a tanti italiani

Abbonamenti SVN
ADV
Roma – Spinto dalla Lega da una parte che vorrebbe il libera tutti e dal Pd dall’altra che vorrebbe l’opposto, il ministro Speranza e con lui il governo, è in difficoltà. Per l’Unione Europea, la Sicilia e la Sardegna sono zone rosse ad alta densità di contagi e questo impone una decisione, ma quale?

Da quello che deciderà il ministro della salute nei prossimi giorni dipenderanno le vacanze di molti diportisti e di chi nella nautica lavora.

Gli skipper professionisti tremano e con loro le società di charter. Se Speranza dovesse decidere di mettere in lockdown Sicilia e Sardegna, la stagione del charter sarebbe interrotta proprio nella sua parte più redditizia.

Lockdown in zona rossa significa che le persone non possono uscire di casa e i velisti non possono sbarcare dalle loro barche. I charter sarebbero annullati e le barche a vela private farebbero rotta verso altri lidi.

Nessuno vuole arrivare a tanto e si stanno prendendo in analisi le varie possibilità. Tra queste l’istaurazione immediata dell’obbligo del green passa per svolgere tutta una serie di attività nelle zone rosse.

Certo è che non agire, come vorrebbero molti esponenti della politica più estrema, significherebbe andare in contro a conseguenze molto più gravi nell’autunno. Ogni volta che il governo si fa spingere verso le riaperture come l’abolizione dell’obbligo della mascherina all’aperto, le categorie produttive poi si trovano a pagare conti salati.


© Riproduzione riservata