giovedì 27 gennaio 2022
  breaking news

Transat Jacques Vabre 2017

Transat Jacques Vabre: Domenica 5 novembre alle 13:35 (ora francese) i partecipanti hanno tagliato la linea di partenza

Le Havre (Francia) - Dalla clessidra sono caduti gli ultimi granelli di sabbia che hanno preceduto la partenza della tredicesima edizione della Transat Jacques Vabre. Domenica 5 novembre alle 13:35 (ora francese) hanno tagliato la linea di partenza 16 equipaggi Class 40, 6 equipaggi Multi 50, 13 equipaggi IMOCA 60, 3 equipaggi Ultime.

Trentotto imbarcazioni alla partenza – su trentanove iscritti – e skipper in rappresentanza di nove differenti nazioni, onorano la fama di questa grande classica oceanica d’oltralpe. Cinque le presenze femminili: Miranda Merron e Samantha Davies (GBR), Justine Mettraux (SUI), Servane Escoffier (FRA) Isabelle Joschke (FRA / ALL).

Le 4.350 miglia che separano la francese Le Havre dalla brasiliana Salvador de Bahia, vedranno quest’anno cinque skipper in rappresentanza della vela Italiana: il milanese Massimo Jiuris con il veneziano Pietro Luciani (Class 40 COLOMBRE XL); il ferrarese Andrea Fantini con il torinese Alberto Bona (Class 40 ENEL GREEN POWER); il fiorentino Giancarlo Pedote in duo con il francese Fabrice Amedeo (IMOCA NEWREST - BRIOCHE PASQUIER).
Venti fino a 40 nodi hanno messo a dura prova le barche ed i loro equipaggi subito dopo la partenza.

Il percorso
La Transat Jacques Vabre si corre ogni due anni e rappresenta oggi uno dei grandi avvenimenti della vela oceanica francese; nata nel 1993 come Route du café pensata “in solitario”, dal 1995 è diventata Transat Jacques Vabre da correre “in duo”. La partenza da Le Havre è storica, mentre le destinazioni di arrivo nel tempo sono cambiate:
• 1993 Cartagena – Colombia;
• 2001 Salvador de Bahia – Brasile;
• 2009 Puerto Limon – Costa Rica;
• 2013 Itajaì – Brasile
• 2017 Salvador de Bahia – Brasile.

Le classi in regata
Class 40 – Pensata per facilitare l'accesso alle regate oceaniche a team con budget più limitati. Il numero di barche che conta (circa 150 esemplari) suggella la scelta di regole semplici e con evoluzioni tecnologiche limitate, pur lasciando spazio all'evoluzione delle forme dello scafo.

Multi 50 – Pur essendo garantendo alte prestazioni, il Multi 50 è oggi l'unica classe di multiscafi oceanici pensata per essere accessibile anche a team con budget non faraonici.

IMOCA 60 –International Monohull Open Class Association, una classe storica per le regate offshore in solitario o in doppio. Progettato per navigare nei mari più duri, l’IMOCA60 può essere considerato un laboratorio di sviluppo per le future barche commerciali, sia in termini di attrezzature che di requisiti di solidità e sicurezza.

Ultime – Una categoria di velocissimi multiscafi, creata nel 2013 che conta ancora pochi rappresentati. L'Ultim Collective è un'associazione di armatori impegnati da lungo tempo in corse oceaniche, con l’obiettivo di condividere l’esperienza con il massimo numero di persone possibili.

© Riproduzione riservata

Welcome Back!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?