SVN logo

L’uomo in mare dell’RC 44 Aleph e il recupero in 28 secondi

Succede alle regate degli RC 44 a Portorose, magistrale recupero dell’uomo in mare ripreso con un drone

Abbonamenti SVN
ADV
La classe RC 44 si è riunita a Portorose in Slovenia per la prima tappa della stagione 2021 e non è mancato lo spettacolo. Il campionato è stato vinto da Team Ceeref, ma verrà ricordato anche per l’uomo a mare di Aleph Racing e per il suo recupero.

L’equipaggio francese, durante una delle regate della settimana, fra l’altro una di quelle in cui era in ottima posizione di classifica, ha perso un membro dell’equipaggio in mare.

Sugli RC 44 non è un evento raro, questi monotipi sono delle barche completamente aperte, e l’equipaggio è aggrappato alla falchetta, fuori bordo, per raddrizzare la barca con il proprio peso, e scivolare quindi non è raro.

Ed è proprio quello che è successo: un uomo ha perso la presa ed è finito fuori bordo e qui è subito iniziata una manovra di recupero spettacolare ripresa da Drone Project srl.

In appena 28 secondi l’uomo è stato recuperato con una procedura da manuale. Si nota come, una volta finito in acqua, il velista cominci immediatamente a nuotare senza sosta e in una direzione precisa, leggermente verso destra (sottovento) dove si aspetta che arriverà la barca. E infatti l’RC 44 francese poggia velocemente per ritornare sul punto dell’incidente: il timoniere stramba, e con le vele in parte lasche si avvicina a velocità ridotta all’uomo in mare.

L’approccio, date anche le buone condizioni del mare, avviene da sottovento, la barca arriva sull’uomo senza toccarlo e l’equipaggio è già pronto per issarlo e proseguire la regata con appena 28 secondi di tempo persi.

© Riproduzione riservata