SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 26 novembre 2020

Nella Baia del Bengala, scelte strategiche in vista

Procede la terza tappa, prossimi al Bengala

Abbonamenti SVN
ADV
Oceano Indiano - La flotta delle sei barche impegnate nella terza tappa della Volvo Ocean Race, partita lo scorso 4 gennaio da Abu Dhabi in rotta verso la meta cinese di Sanya, sta raggiungendo il traverso di Sri Lanka e finalmente, dopo tanto vento leggero, naviga con un buon vento che le permette di tenere velocità a due cifre.

I franco/cinesi di Dongfeng continuano nella loro marcia in testa al gruppo e, nonostante una certa compressione nella giornata di ieri, oggi sono tornati a mettere qualche decina di miglia fra sé e gli inseguitori più diretti, Team Brunel e Abu Dhabi Ocean Racing.

Sia Abu Dhabi Ocean Racing che Team Brunel si sono tenuti su una rotta più meridionale mentre Dongfeng gode di un vento che proviene più da sinistra prodotto dal canale fra l'India e Sri Lanka.

Alle spalle del trio di testa, che è composto dai tre leader della classifica generale provvisoria dopo due tappe, si sta combattendo un'interessante battaglia fra gli spagnoli di MAPFRE e Team Alvimedica che corrono praticamente appaiati e a velocità molto prossime. In sesta posizione le veliste di Team SCA, a quasi 84 miglia dal leader ma a poco più di venti dai due scafi che le precedono.

La buona notizia per tutte e sei le barche è che il vento leggero e inconstante degli ultimi giorni ha lasciato spazio a una brezza più sostenuta.

Secondo Gonzalo Infante, meteorologo della regata, le barche entreranno nella Baia del Bengala questa sera, uscendo dalla zona di ridosso.

Infante ritiene che Dongfeng abbia fatto una scelta oculata nel posizionarsi a nord degli avversari, malgrado una corrente da ovest che può rivelarsi anche abbastanza intensa.

Una volta lasciatisi alle spalle Sri Lanka, i sei team dovranno navigare nella baia per raggiungere l'ingresso dello stretto di Malacca, un tratto in cui si potrebbero incontrare venti di bolina ma dove, al contempo, si potrebbero tentare interessanti opzioni strategiche giocando con una bassa di origine tropicale proveniente da Sumatra.