SVN logo

Botta e risposta tra Ayre e Oracle

Il dirigente spagnolo ha scritto una lettera a Russell Coutts, invitandolo a mettere da parte l'ascia di guerra e iscriversi entro il 15 dicembre

Torqeedo
ADV
Valencia - Si torna a parlare di Coppa America. Con i soliti toni, ovvero quelli capricciosi che finora non hanno permesso all'evento di avere un protocollo grazie al quale disputare la prossima edizione.

L'ultima mossa arriva da Pedro Perello, patron del nuovo sindacato Ayre che rappresenta lo yacht club valenciano di Denia. Il dirigente spagnolo ha scritto una lettera a Russell Coutts, invitandolo a mettere da parte l'ascia di guerra e iscriversi entro il 15 dicembre (termine ultimo previsto dal nuovo bando di regata) alla proposta, lanciata da Alinghi, di una Coppa a Valencia nel 2010:

“Negli ultimi tempi - si legge nella nota di Perello - sono stati fatti grandi passi avanti per l'istituzione del nuovo regolamento. Gli ufficiali di regata saranno designati dall'Isaf e molti punti sono stati cambiati con il consenso di tutti i challenger”. Per Perello la priorità è quella di uscire da questa situazione il prima possibile: “Ci auguriamo che anche Bmw Oracle - ha continuato - desideri realmente tornare in acqua in tempi brevi. Una coppa tra due team sarebbe un grave danno per tutti gli altri sindacati, in quanto pregiudicherebbe l'organizzazione di un evento multi-challenger in tempi stretti”.

Non si è fatta attendere, nel giro di poche ore, la risposta da New York. Il portavoce del consorzio a stelle e striscie, Tom Ehmann, ha manifestato ancora una volta le “presunte buone intenzioni” di Oracle per riprendere al più presto le sfide in mare, ricordando però che per iscriversi e partecipare alle riunioni tra sfidanti, il consorzio di Bertarelli non avrebbe dovuto porre pre-condizionamenti. E pensare che non più di un mese fa lo stesso Russell Coutts ha presentato una lista di dieci punti su cui si sarebbe dovuta fondare la Coppa come condizione necessaria per ritirare l'azione legale e iscriversi alla competizione. Ai limiti del paradossale.

© Riproduzione riservata