SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 25 novembre 2020

Una balena affonda una barca in Atlantico

Tre inglesi salvati da un mercantile

Abbonamenti SVN
ADV
Terceira (Azzorre – Portogallo) - Un barca con bandiera inglese il 22 maggio scorso ha urtato una balena che era a pelo d’acqua. A causa dell’urto la barca ha iniziato a fare acqua e nel giro di qualche ora è stato chiaro che entrava più acqua di quanta l’equipaggio, composto da tre inglesi, riuscisse a pompare fuori.

Una volta determinato che la barca era perduta, gli inglesi hanno lanciato il mayday subito intercettato dal centro soccorso portoghese. La barca si trovava a 350 miglia a largo dell’isola di Terceira alle Azzorre, troppo lontana per essere raggiunta da un elicottero. Per questo sono stati fatti alzare in volo due aerei militari che hanno raggiunto e individuato la barca.

Nel frattempo il centro SAR ha inviato una chiamata generale per il soccorso al cui ha risposto una nave che si trovava vicino alla barca e che è stata fatta convergere verso di essa.

Nel frattempo agli inglesi è stato chiesto di fare il possibile per cercare di rimanere a bordo della barca. Se fossero saliti sull’autogonfiabile abbandonando la barca, rintracciarli sarebbe stato più difficile.

I tre rincuorati dai passaggi bassi degli aerei militari sopra di loro effettuati dai piloti per tranquillizzare i naufraghi, sono riusciti a pompare fuori abbastanza acqua da tenere a galla la barca sino all’arrivo del mercantile che li ha presi a bordo senza difficoltà viste le buone condizioni del mare.

I tre uomini sono stati portati, in buone condizioni fisiche a Aviles.

La balena, stanno al racconto dei tre uomini, non ha subito gravi conseguenze dall'incidente e dopo essersi immersa è tornata in superficie a qualche centinaio di metri di distanza dalla barca.