MarineCork
ADVERTISEMENT
MarineCork
ADVERTISEMENT
giovedì 19 maggio 2022
MarineCork
  breaking news

La nuova ammiraglia di Arcona e le somiglianze con X-Yachts

L’Arcona 50 è il modello d’esordio di Niels Jeppesen con il marchio svedese ed è una barca che potrebbe fare discutere

Il rendering dell'Arcona 50
Il rendering dell'Arcona 50

Il passaggio di Niels Jeppesen da X-Yachts, di cui fu fondatore e principale designer, al cantiere svedese Arcona, è stato un evento che ha fatto piuttosto rumore nell’industria nautica nord europea e non solo in quella.

Jeppesen ha fatto la storia del marchio danese, dettando tendenze e esplorando tra i primi il concetto di barca da crociera-regata. Per questo e altri motivi c’era molta attesa di conoscere il primo modello Arcona firmato anche dal progettista danese.

Il cantiere svedese gli ha affidato, in coppia con Ariadna Pons, il progetto del nuovo Arcona 50 e già dai primi renders appare chiaro che sarà una barca che potrebbe fare discutere. La nuova ammiraglia del cantiere svedese, almeno da un punto di vista estetico, mostra una certa somiglianza con gli ultimi X-Yachts, quelli della linea Pure X che hanno fatto l’esordio sul mercato ormai da qualche stagione.

In particolare l’Arcona 50 ricorda l’X4.9 in alcuni elementi come la tuga, dove si vede anche la finestra sulla faccia anteriore, e anche a poppa c’è qualche somiglianza con il ginocchio morbido e alto sull’acqua.

L’Arcona 50 è un performance cruisers, una barca certamente dedicata alla crociera, ma che vanterà comunque un piano velico da barca sportiva con 140 mq di superficie velica di bolina e tre misure di pescaggio (2,2-2,4-3 metri), così da potere orientare le performance della barca qualora l’armatore abbia intenzione di partecipare anche a qualche regata.

La poppa aperta dell'Arcona 50
La poppa aperta dell'Arcona 50

A poppa trova spazio un ampio tender garage, mentre in pozzetto è interessante la soluzione del doppio tavolino: invece del classico tavolo grande in posizione centrale sull’Arcona 50 è come se fossero due i tavoli pieghevoli, che in posizione di riposo lasciano il passaggio al centro del pozzetto libero, cosa che con il tavolo singolo non avverrebbe.

Per quanto riguarda il layout delle manovre la scelta è stata decisamente orientata verso il mondo cruise, con soli 4 winch, due per lato, in posizione arretrata vicino la timoneria.

Ci sarà da aspettare qualche mese prima di vedere il nuovo Arcona 50 in acqua, per capire se le impressioni avute dalle prime immagini, ovvero una certa somiglianza con l’estetica degli ultimi X-Yachts, venga confermata o meno.

Di certo il passaggio di Jeppesen ad Arcona rappresenta una sfida non da poco, sia per lo stesso marchio svedese, sia per X-Yachts che vede ritornare nel mercato nord europeo un cantiere come Arcona che negli ultimi anni era stato obiettivamente meno attivo che in passato.

Scheda tecnica Arcona 50
Lunghezza fuori tutto 14,99 mt
Lunghezza galleggiamento 13,98 mt
Larghezza 4,60 mt
Pescaggio 2,2-2,4-3 mt
Superficie Velica bolina: 140 mq
Dislocamento: n.d.

© Riproduzione riservata

DINI-UbiM DINI-UbiM DINI-UbiM
ADVERTISEMENT
DufourCatCH DufourCatCH DufourCatCH
ADVERTISEMENT
Romeo Romeo Romeo
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti

CATEGORIE ARTICOLI