SVN logo

Golfo di Orosei: barca a vela alla deriva senza equipaggio

Una barca a vela alla deriva senza equipaggio vaga nelle acque del golfo di Orosei. Concreta l’ipotesi che l’imbarcazione sia stata impiegata per trasportare droga o migranti

Abbonamenti SVN
ADV
La segnalazione è arrivata alla Capitaneria di Porto da parte di un peschereccio che aveva avvistato e trainato nel porto di Arbatax una barca a vela alla deriva e senza equipaggio nel golfo di Orosei.

La segnalazione ha subito attivato gli uomini delle forze dell’ordine che nella giornata di lunedì hanno eseguito, con l’aiuto dei Vigili del Fuoco, un’attenta ispezione e il conseguente svuotamento del materiale di bordo.

La barca a vela in questione, battente bandiera spagnola, è con ogni probabilità un Bavaria di 12 metri.

Una barca a vela fantasma non è mai qualcosa da sottovalutare, e questo lo sanno bene gli uomini della Guardia Costiera. Molto spesso le unità a vela vengono scelte dai trafficanti di migranti o dai corrieri della droga, perché sono barche che passano più inosservate rispetto a unità a motore veloci. All’interno di una barca a vela è facile trovare delle zone nascoste dove occultare sostanze proibite o addirittura persone.

Sempre più spesso, soprattutto nel sud Italia, vengono ritrovate barche a vela arenate che hanno trasportato migranti dall’Africa. In questo caso però il Bavaria aveva bandiera spagnola e l’ipotesi potrebbe essere che sia stato utilizzato per un traffico di droga via Canarie.

In questi casi la barca a vela viene abbandonata dopo lo scambio della merce e gli uomini dell’equipaggio scompaiono velocemente a bordo di un altro mezzo veloce per allontanarsi dalla scena del crimine.