giovedì 23 maggio 2024
  aggiornamenti

Defi Atlantique: gli italiani subito all’attacco della seconda tappa

Ambrogio Beccaria e Alberto Bona cercano di staccare subito Ian Lipinski alla Defi Atlantique, devono recuperare al francese rispettivamente 2 e 5 ore

Defi Atlantique: gli italiani subito all’attacco della seconda tappa
Defi Atlantique: gli italiani subito all’attacco della seconda tappa
SVN GUIDE CHARTER SVN GUIDE CHARTER SVN GUIDE CHARTER
GUIDE DI CHARTER

E’ partita da Horta, Azzorre, la seconda tappa del Defi Atlantique che terminerà a La Rochelle dopo 1300 miglia. La transatlantica dei Class 40, in equipaggio, entra quindi nella sua fase decisiva con gli italiani Ambrogio Beccaria e Alberto Bona che ripartono dopo il secondo e terzo posto della prima tappa. L’obiettivo per entrambi è tenere alle spalle il francese Ian Lipinski, vincitore della tratta da Guadalupe a Horta.

Beccaria deve recuperare circa 2 ore di distacco, Bona ne ha invece 5: l’impresa non è impossibile, ma Lipinski è uno degli skipper migliori della flotta Class 40 e darà loro del filo da torcere, come si è visto in occasione della prima tappa dove ha beffato i nostri.

L’avvio di regata è incoraggiante. Dopo le prime 12 ore di studio, si iniziano a vedere le prime mosse, con la classifica che va a prendere forma.

In testa in queste ore c’è Ambrogio Beccaria con Allagrande Pirelli, che nel sudovest di questo inizio è riuscito a navigare più poggiato in testa al gruppo e alla strambata è andato a posizionarsi in testa.

In seconda posizione, staccato di 1 miglio e poco più a sud di Beccaria, c’è Alberto Bona con IBSA. Lipinski è in quinta staccato di 1,5 miglia e di fatto è posizionato sulla scia di Allagrande Pirelli.

Non è certo casuale la posizione della barca italiana, che cerca di mettersi subito davanti la prua del francese per poi fare valere le sue performance che al lasco dovrebbero essere superiori.

Gli scenari meteo raccontano di una zona anticiclonica da aggirare, cosa che i Class 40 faranno presumibilmente passando a nord.

La seconda parte di regata si annuncia complicata, probabilmente ci sarà molta bolina da fare con vento forte per guadagnare miglia verso La Rochelle. Condizioni non ottimali per riuscire a produrre distacchi importanti, uno scenario non troppo favorevole alla rimonta dei nostri.

Molto dipenderà da come sarà la classifica all’uscita dell’anticiclone, se Allagrande e IBSA saranno riuscite a guadagnare qualche decina di miglia di vantaggio su Credit Mutuel di Ian Lipinski.

© Riproduzione riservata

SVN VIAGGI SVN VIAGGI SVN VIAGGI
ARTICOLI DI VIAGGI
NSS Charter NSS Charter NSS Charter
PUBBLICITÀ