sabato 25 maggio 2024
  aggiornamenti

Beccaria e Bona sfidano l'Atlantico nel Defi Azimut sui Class 40

Beccaria e Bona, duello italiano sui Class 40 nell'oceano Atlantico per il Defi Azimut: regata di 3500 miglia in due tappe

AlbertoBona
AlbertoBona
SVN GUIDE CHARTER SVN GUIDE CHARTER SVN GUIDE CHARTER
GUIDE DI CHARTER

Dopo la battaglia alla RORC Caribbean 600, vinta da Alberto Bona su IBSA tra i Class 40, torna il duello oceanico tutto italiano tra Ambrogio Beccaria e Alberto Bona.

Alla RORC Bona aveva trionfato precedendo di pochi minuti l’amico rivale, questa volta ci sarà da attraversare l’Oceano Atlantico, da ovest verso est, per il Defi Azimut.

Si tratta di una regata di 3500 miglia, divisa in due tappe, riservata ai Class 40 in equipaggio, che partirà sabato 1 aprile dalla Guadalupa. La prima tappa finirà a Horta, alle Azzorre, per un totale di 2200 miglia, la seconda si concluderà a La Rochelle con uno sprint di 1300 miglia.

Per i due italiani sarà l’occasione per mettere miglia nelle loro scie e sviluppare i due Class 40 IBSA e Allagrande Pirelli, due progetti nuovi, che hanno esordito alla scorsa Route du Rhum e hanno bisogno ancora di un po’ di rodaggio pur essendo già molto competitivi.

La particolarità della regata è quella di essere in equipaggio: Beccaria sarà con Alberto Riva, amico del milanese e velista emergente nel mondo dell’offshore oceanico, e con Gianluca Guelfi, uno dei due designer (l’altro è Fabio D’Angeli) che hanno progettato la barca.

Bona invece ha scelto lo spagnolo Pablo Santurde del Arco, con cui farà coppia per le regate in doppio della stagione Class 40, e l’italiano Pietro Luciani, specialista su questo tipo di barche.

In partenza ci sono 13 Class 40 e i due italiani possono essere inseriti nel novero dei favoriti. La particolarità di questa traversata è che almeno la prima parte sarà di bolina, contro gli Alisei, quindi particolarmente dura.

Probabile che i Class 40 si dirigano piuttosto a nord, per uscire dall’Aliseo e andare ad agganciare qualche depressione nel nord Atlantico per navigare alle andature portanti e sfruttare quindi le caratteristiche dei Class 40.

Per la vela italiana è un’altra occasione per mettersi in mostra in Oceano, con i due interpreti del momento, che sembrano avere un futuro piuttosto importante davanti. Nel 2023 c’è un altro appuntamento importante all’orizzonte, la Transat Jacques Vabre di Novembre.

© Riproduzione riservata

SVN VIAGGI SVN VIAGGI SVN VIAGGI
ARTICOLI DI VIAGGI
NSS Charter NSS Charter NSS Charter
PUBBLICITÀ