SVN logo

Il Maxi di 100 di Furio Benussi si aggiudica la 151 Miglia in tempo reale

Il Maxi di 100’ di Furio Benussi si aggiudica la 12ma edizione della 151 Miglia in tempo reale, ma non riesce a battere il tempo record stabilito da Rambler88 nel 2019

Torqeedo
ADV
Primo assoluto sul traguardo di Punta Ala, tagliato alle 6:37:09 di questa mattina, il Maxi di 33 metri Arca SGR di Furio Benussi si è aggiudicato la 12ma edizione della 151 Miglia-Trofeo Cetilar, la regata d’altura partita ieri pomeriggio da Livorno con una flotta di oltre 200 barche.

Per il Maxi triestino vincitore di ben tre edizioni della Barcolana di Trieste, un tempo finale di 15 ore e 42 minuti, poco meno di due ore in più del record fissato da Rambler88 nel 2019, che rima-ne quindi ancora il tempo di riferimento sulla rotta di 151 miglia che da Livorno ha portato gli equipaggi al Marina di Punta Ala, dopo i passaggi alla Giraglia e alle Formiche di Grosseto.

“Siamo molto contenti del risultato, la barca ha risposto bene, con ottime performance dopo le modifiche che abbiamo effettuato questo inverno. Anche l’equipaggio è andato alla grande, pec-cato solo per il buco di vento in cui siamo incappati alla Giraglia, dove abbiamo percorso 5 miglia in 3 ore giocandoci la possibilità di battere il record”, ha dichiarato il triestino Furio Benussi, al comando di un equipaggio in cui spiccavano velisti di livello come Lorenzo Bressani, Vittorio Bissa-ro, Stefano Spangaro e Andrea Caracci.

“E’ stato un grandissimo piacere aver partecipato a questa regata così partecipata e ben organiz-zata, riuscendo anche a vincerla in tempo reale. Una line honour che apparentemente poteva sembrare scontata, ma in mare non c’è mai nulla di scontato e questo riguarda anche il fatto di tornare in acqua con una barca così grande e complessa, dopo sei mesi di cantiere. Ci tengo a rin-graziare tutto l’equipaggio per l’ottima prestazione, a partire dal nostro tattico Lorenzo Bressani, che ha interpretato al meglio le indicazioni di Andrea Caracci”.

Dopo Arca SGR, che si è quindi aggiudicato il Trofeo Challenge per il primo arrivato in tempo reale (il secondo sarà assegnato domani al primo classificato overall del raggruppamento ORC Interna-tional), sono arrivati a Punta Ala, nell’ordine, il Mylius 80 Twin SoulB di Luciano Gandini (tattico Daniele Cassinari), il Maxi Pendragon VI di Nicola Paoleschi, armato per l’occasione dal Lightbay Sailing Team di Carlo Alberini (tattico Lorenzo Bodini), Cippa Lippa X di Guido Paolo Gamucci (tat-tico Michele Regolo) e il TP 52 Air is Blue di Roberto Monti (a bordo anche Cesare Bressan e An-drea Casale).

Nel momento in cui scriviamo, il grosso della flotta sta iniziando ad approcciare le ultime miglia del percorso ed è atteso al Marina di Punta Ala a partire da metà pomeriggio.

Una situazione che può essere monitorata costantemente grazie al sistema satellitare YB Trac-king, sia dal sito www.151miglia.it che attraverso l’apposita APP di YB.

La 151 Miglia-Trofeo Cetilar 2021, che si concluderà domani con l’assegnazione degli altri trofei in palio e la premiazione in programma alle ore 17:30 allo Yacht Club Punta Ala (riservata a due per-sone per barca premiata), è organizzata da un Comitato formato dallo stesso YCPA insieme allo YC Repubblica Marinara di Pisa e allo YC Livorno, con il supporto dello sponsor PharmaNutra con il suo brand Cetilar®, dei partner North Sails e TAG Heuer, del Marina di Punta Ala, del Gruppo Azi-mut-Benetti e delle istituzioni locali.

© Riproduzione riservata