SVN logo
SVN solovelanet
venerdì 27 novembre 2020

Un morto in Campania, paura in Liguria

Tragico bilancio, quello di oggi per i diportisti in mare. Due barche in fiamme, una a Castellammare di Stabia (una vittima tra le tre persone che costituivano l'equipaggio) e l'altra a Varazze

Abbonamenti SVN
ADV
Napoli - Alle 13 di questa mattina, nelle acque antistanti Castellammare di Stabia, un uomo ha perso la vita e altre due persone si sono salvate miracolosamente dopo l'esplosione che ha colpito l'imbarcazione di 13 metri su cui erano a bordo. I due sopravvissuti sono riusciti a mettersi in salvo, fuggendo su un piccolo tender, e sono riusciti poi a dare l'allarme alla guardia costiera, che è intervenuta immediatamente per spegnere l'incendio sviluppatosi a bordo, visibile anche dalla costa. Le operazioni della Guardia Costiera sono coordinate dal sottotenente di vascello Ernesto Pescatore, ma l'intensità delle fiamme e la presenza di un denso fumo le rendono molto difficoltose. Per fare luce sulla dinamica che ha portato alla violenta esplosione si attende di ascoltare il racconto dei due sopravvissuti.
Intorno alle 10, invece, una barca di 18 metri, la Enjoy, è stata distrutta da un incendio ed è poi affondata, mentre stava navigando a circa 7 miglia dalla costa ligure, davanti a Varazze. A bordo c'erano sei persone, una famiglia milanese in compagnia della domestica di nazionalità filippina, che fortunatamente sono uscite illese dall'incidente. Il proprietario dell'imbarcazione, Alberto Costa di quarantotto anni, ha dichiarato: “ È stato un miracolo se siamo ancora vivi. C'era tanto fumo, poi all'improvviso una fiammata ha avvolto completamente lo scafo. Sono stati momenti difficili per tutti anche perchè la nostra domestica non sa neanche nuotare”. Anche in questo caso gli occupanti sono riusciti a mettersi in salvo calandosi in acqua in un tender, riuscendo poi ad allontanarsi. I primi soccorsi ai sopravvissuti sono stati prestati da una nave oceanografica tedesca che stava facendo dei rilevamenti nelle acque liguri, e sono stati poi presi in consegna dalla guardia costiera, sopraggiunta con tre motovedette. I vigili del fuoco, intervenuti insieme alla guardia costiera hanno lasciato affondare la Enjoy per evitare rischi di inquinamento e altri eventuali incidenti.