SVN logo

Lo Zar in mezzo al Pacifico

Anton Bakov, 45 anni, ex deputato russo e ora uomo di affari, con altri cinque amici, su un'isola dell'arcipelago delle Cook, fonda un nuovo stato e si auto elegge premier

Abbonamenti SVN
ADV
Mosca - "La rinascita dell'Impero Russo", questo il titolo dello spot video che promuove l'operazione del 45enne Anton Bakov. Ex deputato russo e ora uomo d'affari, in cambio di investimenti locali milionari, ottiene un atollo nell'arcipelago polinesiano delle Cook: 168 ettari di terra, in mezzo all'Oceano Pacifico, disabitato e periodicamente minacciato dalle alte maree.
Qui Bakov si autoprocalama primo ministro, i suoi cinque amici coinvolti nell'avventura diventano ministri, e tutti approvano una "Carta" fondata sulla monarchia costituzionale, erede dell'impero zarista di Pietro il Grande.
L'imperatore non è ancora stato eletto, ma potrebbe essere lo stesso Bakov il nuovo Zar che darebbe inizio ad una nuova discendenza dinastica. Il nuovo Stato ha come simbolo l'aquila bicipite, corredata però da falce e martello; la bandiera simile a quella scozzese ha lo sfondo bianco e la croce blu di San'Andrea.
I governanti hanno già emesso il primo passaporto elettronico e per diventare cittadini del nuovo Stato, e sudditi del nuovo Zar, è sufficiente fare richiesta via internet sul sito istituzionale.
Ancora non è chiaro se le intenzioni del gruppo di nostalgici sia quello di creare un nuovo paradiso fiscale o un'attrazione turistica.