SVN logo

Mattia Camboni argento al Mondiale RS:X con vista Olimpiadi

Straordinaria prova per Mattia Camboni, windsurfista di 26 anni, al Mondiale RS:X, ultimo appuntamento prima dei Giochi Olimpici

SailItalia
ADV
Se c’era un buon modo per avvicinarsi all’Olimpiade di Tokyo, che si svolgerà dal 23 luglio all’8 agosto, era quello di fare un campionato del mondo di alto livello. È esattamente quello che ha fatto Mattia Camboni all’appuntamento iridato di Cadice, in Spagna, conquistando la medaglia d’argento al mondiale RS:X.

Il windsurfista 26enne di Civitavecchia ormai non può più essere considerato come una giovane promessa, ma una solida realtà: a marzo 2021 aveva conquistato l’argento al Campionato Europeo, adesso è ancora secondo al mondiale, confermandosi come uno degli atleti più competitivi nella classe RS:X.

Molto solida la sua settimana di regata sul non facile campo di Cadice dove si sono alternate condizioni di vento molto forte a quelle di aria leggera. Camboni, a parte nella prima giornata, ha centrato sempre risultati nei primi dieci, andando a vincere anche una regata nella fase di selezione nonché conquistando la vittoria nell’ultima, la difficile medal race a punteggio doppio, che gli è valsa l’argento mondiale.

In ottica olimpiadi è un risultato più che confortante per l’Italia. La nazionale azzurra di vela proverà a Tokyo, Enoshima per la vela, a interrompere un digiuno di medaglie olimpiche che dura ormai dal 2008, quando erano stati Diego Romero ed Alessandra Sensini, nell’olimpiade in Cina, a raccogliere gli ultimi allori per il nostro paese.

Se fino ad ora si puntava molto sulla forza del Nacra 17, il catamarano misto che vedrà impegnata la coppia Ruggero Tita-Caterina Banti, adesso la notizia è che anche nell’RS:X si può inseguire qualcosa di molto importante.

Mattia Camboni è pronto per il grande sogno, e lui l’Olimpiade l’ha già assaggiata a Rio 2016, quando a soli 20 anni, e da esordiente, chiuse con un ottimo decimo posto che fece accendere su di lui i riflettori.

Adesso per Camboni ci sono poco meno di tre mesi per arrivare alle regate dei Giochi nella migliore forma fisica e mentale possibile.

Sognare si può.


© Riproduzione riservata