SVN logo

Motoscafo impazzito senza conducente, interviene la Protezione Civile

Il video ben documenta la folle corsa del motoscafo dopo che il conducente è volato in acqua, ma alla fine la barca impazzita è stata domata

Abbonamenti SVN
ADV
Donnalucata – Un trentenne cade dal motoscafo e questo continua la sua folle corsa. UN ennesimo caso di superficialità in mare rischia di trasformarsi in un incidente grave.

Regola numero 1 di quando si naviga da soli su un motoscafo: tenere al polso lo sgancio di sicurezza per lo spegnimento del motore per prevenire che la barca continui la sua corsa dopo un eventuale caduta in mare. Probabilmente il 30enne protagonista di questa disavventura, avvenuta due giorni fa al largo del porto di Donnalucata, non conosceva questa regola.

L’uomo, dopo un cambio di direzione repentino per schivare un’altra imbarcazione, è finito fuori bordo, senza riuscire a chiudere la manetta del gas prima di andare in acqua. Il suo motoscafo, un open di circa 5 metri, ha continuato la sua folle corsa, iniziando a girare su se stesso e scatenando la preoccupazione di bagnanti e imbarcazioni vicine.

L’allarme è stato lanciato dagli stessi testimoni del fatto e a intervenire è stato un gommone della Protezione Civile, che ha anche recuperato il conducente portandolo in salvo. Il motoscafo aveva benzina a sufficienza per potere ancora andare avanti ore. Il gommone della Protezione Civile, come documentato da questo video, ha avuto il suo bel da fare per inseguire il motoscafo fantasma https://www.youtube.com/watch?v=-utj2g0pYpg fino a quando un uomo, lanciandosi dalla prua del gommone, è riuscito a salire a bordo del motoscafo e a mettere fine alla sua folle corsa.




© Riproduzione riservata