NSS CalaSardi
ADVERTISEMENT
NSS CalaSardi
ADVERTISEMENT
giovedì 7 luglio 2022
NSS CalaSardi
  breaking news

Ecco perchè il senatore De Falco è contro l’equiparazione dell’omicidio nautico a quello stradale

Ieri è passato al senato il DDL che prevede che il reato di omicidio nautico sia equiparato a quello di omicidio stradale. Il Senatore Gregorio di Falco, è stato l’unico a votare contro la legge, gli abbiamo chiesto il perché

Il Senatore Gregorio De Falco
Il Senatore Gregorio De Falco

Ieri è passato al Senato il DDL che equiparava l’omicidio nautico a quello stradale con 208 voti a favore, 6 astenuti e uno contrario, il senatore De Falco, il comandante della Guardia Costiera autore della famosa telefonata con Schettino nella tragica notte del naufragio della nave Concordia.

Il disegno di legge presentato dal senatore Alberto Balboni il 19 gennaio, prevede che l’omicidio nautico, ovvero la morte di una persona avvenuta in conseguenza a un incidente in ambito nautico per colpa del conduttore di una imbarcazione, sia considerato alla stregua dell’omicidio stradale.

Legge che apparentemente è encomiabile, l’abbiamo invocata noi stessi su queste pagine l’estate scorsa quando si verificarono diversi incidenti in mare dove morirono diverse persone.

Il fatto però che un solo senatore non abbia votato la legge e che questo fosse, probabilmente, l’unico ad avere ben chiaro il problema in quanto per molti anni è stato un ufficiale di Marina Militare nel corpo della Guardia Costiera, ci ha spinto a chiamare il senatore De Falco e chiedergli chiarimenti.

Gentilissimo e molto disponibile, il comandante De Falco ci ha spiegato che, a suo parere, è l’idea che esistano leggi ad hoc per un reato che è sempre lo stesso, l’omicidio, è sbagliata.

Un omicidio è un omicidio, così come una vita umana, è una vita umana

L’omicidio stradale, l’omicidio nautico, il femminicidio, descrivono tutti lo stesso reato: l’omicidio, e già c’è una legge molto precisa che definisce questo reato e le pene a questo connesse.

A giudizio del senatore De Falco (laureato in giurisprudenza), si dovrebbe lavorare sulle attenuanti e le aggravanti del reato, è attraverso la regolazione di queste che si possono trattare tutti i tipi di omicidio.

De Falco è convinto che la creazione di leggi ad hoc, non faccia altro che rendere la legislazione più confusionaria e labirintica di quello che già è e vada contro gli interessi del cittadino.

Questo ci spiega, è il motivo per cui ha votato contro non solo l’istituzione dell’omicidio stradale, ma anche contro la legge sul femminicidio.

Un omicidio è un omicidio, così come una vita umana, è una vita umana.

© Riproduzione riservata

Puntocospicuo Puntocospicuo Puntocospicuo
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti

CATEGORIE ARTICOLI